LE PAGELLE DI WIENER SK-ROMA Iturbe e Gervinho esplosivi. Bene De Sanctis e Ljajic

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:22
Wiener-Roma
Wiener-Roma

Ecco le pagelle di Wiener-Roma:

WIENER

Fraisl 6 (1′st Friedl 5), Mehic 5 (10′st Karacan 5 ), Dimov 6, Soura 6 (10′st Drimer 5.5), Hevera 6 (10′st Auss 6); Grill 5.5 (10′st Mair 6), Gunes 7; Kracher 7 (10′st Nural 6), Pollack 6 , Kostic 6 (10′st Brem5.5); Yunes de Leon 6(10′st Ivic 6). Allenatore: Kurt Jusits 6.

ROMA

De Sanctis 7 Nel primo tempo si fa trovare pronto sulle uniche due conclusioni pericolose degli austriaci. L’esplosività muscolare è la solita e non disdegna, come al suo solito, a dare indicazioni ai suoi compagni.

Torosidis 6.5 Solita partita generosa per il greco che spinge sulla destra e rientra per dare più di una mano a Somma. Poco preciso sotto porta.

Somma 6 In difficoltà nei primi minuti a causa del pressing alto degli austriaci. Un paio si interventi in anticipo gli fanno guadagnare la pagnotta.

Astori 6.5 Spesso impreciso in impostazione, meglio in interdizione. Fa valere il fisico in un paio di occasioni ma la condizione fisica non è delle migliori e sull’esplosività e sulla rapidità rischia più di una volta la freschezza degli attaccanti austriaci.

Emanuelson 6 Impreciso sugli appoggi, molto bene in fase di spinta. I raddoppi dei difensori avversari su Iturbe gli permettono di avere più spazio e non rinuncia a due sovrapposizioni interessanti.

Pjanic 7 Un paio di filtranti illuminanti per il bosniaco che però soffre un po’ il centrocampo a due lasciando spesso Nainggolan solo. E’ quasi poetico sul gol e quando serve l’assist a Ljajic per il definitivo 1-4.

Nainggolan 6.5 Sempre deciso negli interventi in chiusura e nelle entrate. La concentrazione è sempre alta e ostenta senza troppi patemi d’animo l’agonismo delle grandi occasioni anche con il Wiener. Il lavoro è doppio, se non triplo, visto lo schieramento ultra offensivo schierato da mister Garcia.

Iturbe 7.5 Non chiede mai il permesso alla difesa avversaria nelle percussioni e i suoi dribbling sono irruenti e sopraffini allo stesso tempo. Spesso la voglia di strafare lo fa cincischiare un po’ con il pallone e, forse per dimostrare abnegazione in fase difensiva, rientra troppo. Arriva anche il primo gol in maglia giallorossa su rigore procurato.

Ljajic 7 Schierato trequartista  segna il gol del 4-1 e fa segnare Gervinho imbeccato perfettamente in profondità. Scende spesso sulla linea di centrocampo per prendere palla ed inventare.

Gervinho 7.5 Sta benissimo e si vede. Salta l’uomo e parte in profondità ad una velocità tale che costringe i difensori a rinunciare ad inseguirlo per tagliare verso il centro. Sblocca anche la partita su assist perfetto di Ljajic e prende un palo.

Borriello 6.5 Solo gli interventi abbastanza casuali del portiere austriaco gli negano il gol. A questo punto potrebbe essere utilissima la sua permanenza in rosa.

Skorupski 6.5 Evita per due volte il gol avversario con parate sicure. Non può nulla sul gol di Guner.

Capradossi SV

Paredes 6.5 Entra e prova ad inventare andandosi a prendere palla dai difensori quando bisogna costruire.

Rudi Garcia 7 Prove di campionato per il mister giallorosso. Tiene per più di 70′ la squadra che ha iniziato il match. C’è da rivedere qualcosa in fase difensiva, ma c’è anche la giusta scusante che in campo c’erano 4 elementi nuovi.

Giovanni Parisi