RUSSIA L’ispettorato del lavoro: “Pagate lo stipendio a Capello”

Capello
Capello

Potrebbe risolversi a breve il fattaccio relativo agli stipendi non pagati dalla Russia al ct Fabio Capello; come scrive la stampa locale oggi, l’ispettorato del lavoro avrebbe iniziato un’inchiesta per fare luce sul mancato adempimento dei pagamenti da parte della Federcalcio nazionale, che riguarderebbe proprio delle mancanze in favore di Capello e del collaboratore Oreste Cinquini.

L’ispettorato sta facendo pressioni su Nikolai Tolstikh, numero uno dell’Unione calcio russa, il quale rischia una sospensione di tre anni ed una salatissima multa qualora non provvedesse a pagare lo stipendio a Capello e collaboratori come scritto da contratto.

Fonte: Sport-express.ru