ROMA-GENOA Garcia: “Il mio futuro? Non posso rispondere io. Per adesso vediamo la luce alla fine del tunnel”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:24
Garcia
Garcia

Al termine di Roma-Genoa 2-0 ha parlato Rudi Garcia:

Una vittoria, due gol su azione e questo grande abbraccio. E’ tutto risolto e passato?

“Volevamo vincere e si è visto in campo anche se nel primo tempo abbiamo giocato sotto ritmo e senza fiducia. Mi è piaciuta l’anima e la personalità di questo gruppo perché quando non ci sono più le gambe bisogna dare tutto con il cuore per giocare con il compagno. Mi è piaciuto anche il gol diSadiq. Penso che stasera vediamo la luce al di fuori del tunnel. Abbiamo vinto ed era importante, anche in 10 contro 11 la squadra ha dimostrato una coesione e un’unità importante e vuol dire che la squadra c’è. Adesso è tutto aperto per la seconda parte di stagione, recuperiamo anche Totti eStrootman e giocando di meno saremo più freschi”.

Esiste un caso Dzeko?
“Si può capire, chi ha giocato a calcio capisce lo stato d’animo di un centravanti”.

E’ quello che ha detto all’arbitro alla fine anche?
“Ognuno deve sapere in che condizione psicologica sono alcuni giocatori. Rispetto la decisione ma io sono tranquillo perché mi sembra che anche Batistuta a Roma un anno a Natale aveva fatto pochi gol poi nella seconda parte di stagione ne ha fatti più di 20. Li farà anche Dzeko, quando sarà più fresco”.

Ora si sente totalmente tranquillo per i prossimi 6 mesi?
“Io faccio l’allenatore, mi occupo del campo e di far vincere la squadra. Era importante vincere stasera prima per i giocatori e poi per la Roma che rimane a 3 punti dal secondo posto. A questa domanda poi non sono io che posso rispondere”.

Questa sera tifa Lazio?
“Noi quando vinciamo speriamo che le altre squadre che lottano con noi pareggiano almeno e allora un pareggio stasera sarebbe bello”.

La Roma può ripartire da qua per andare fino in fondo al campionato?
“Sono d’accordo con quello che ha detto prima Florenzi: quando lo stadio ha spinto la squadra abbiamo fatto gol e la squadra ha trovato forze per il secondo tempo. Questa sera con tutte le difficoltà era importante vincere, sono 4 volte di fila che non prendiamo gol e abbiamo anche avuto tante occasioni per segnare di più”.

Può essere una soluzione l’inserimento di un altro attaccante, magari Sadiq, la soluzione per Dzeko?
“Vediamo la luce per la seconda parte della stagione che sarà più leggera d’impegni. Sadiq Umar fa parte di questa luce, è giovane, è migliorato tanto, sta imparando anche da Edin e sono contento per lui perché non ha subito la pressione e ha giocato con fiducia dimostrando le sue qualità come tutti i giovani ragazzi che entrano nella Roma”.

Fonte: Mediaset Premium

Il gruppo le viene incontro. Un gesto significativo.
“Un gesto che mi emoziona. La cosa importante è che i ragazzi abbiano fatto tutto per vincere e abbiano mostrato personalità, nel primo tempo eravamo lenti, ma era anche una mancanza di fiducia. Meglio nel secondo tempo, abbiamo finito in dieci ma i ragazzi hanno dimostrato coesione e unità, perché fare un gol in 10 è un segnale ancora più importante”.

Esiste un caso Dzeko?
“No, neanche dopo oggi. Ho saputo che un anno alla Roma anche Batistuta a Natale aveva fatto pochi gol e a fine stagione ha fatto più di venti gol. Sono fiducioso per Edin, nella seconda parte di stagione ci sono meno partite. Rimaniamo a 3 punti dal secondo posto. Quando un attaccante manca di fiducia si vede sul piano psicologico. Può fare meglio, lo sa anche lui. Deve ritrovare verve, entusiasmo ed esplosività fisica. Torneranno Totti e Strootman, ora abbiamo Sadiq, che ha imparato anche da Dzeko”.

Perché c’è questa atmosfera? 
“Va chiesto a chi conosce meglio l’ambiente. Siamo ancora in corsa in campionato, a 3 punti dal secondo posto, qualificati agli ottavi di Champions. Abbiamo tante belle cose da fare nella seconda parte, questi primi 5 mesi erano importanti nel richiedere energie mentali e fisiche, ora è il momento di riposare. Se c’è una ruga in più sul mio viso, è d’esperienza. Vedo sempre il lato positivo anche nei momenti brutti, dobbiamo dimostrare di saper uscire da un momento negativo e oggi la squadra ha dimostrato di saperlo fare”.

Fonte: Sky Sport