Nainggolan: “Si è parlato troppo della sconfitta con l’Atletico. Rimaniamo uniti”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:25
Radja Nainggolan
Nainggolan e Kolarov ©Getty Images

NOTIZIE AS ROMA DICHIARAZIONI NAINGGOLAN – Il centrocampista giallorosso Radja Nainggolan ha parlato ai microfoni di ‘Sky Sport’ in una lunga intervista, tornando anche sulla sconfitta di mercoledì a Madrid.

Ecco le sue dichiarazioni

Sul rapporto con i compagni di squadra
Ho un rapporto ottimo con tutti, sanno che su di me possono contare, cerco di dare il massimo per loro come loro lo fanno per me, un rapporto ottimale in una squadra come la nostra.

Sulla partita contro il Genoa di domenica prossima a Marassi
Una partita importante come tutte le altre, penso che si è detto troppo sulla partita con l’Ateltico. Siamo sempre stati concentrati e lo saremo anche domenica, andremo lì per giocarcela come in tutte le partite fatte finora.

Quali sono le tue condizioni?
Fisicamente sto bene, avevo un problemino che si è risolto presto, poi ovviamente giocandoci sopra lo risento ma sono lì, sono pronto e disponibile e possono contare su di me.

Cosa vi ha insegnato la sconfitta di Madrid?
Innanzitutto bisogna fare i complimenti a loro, l’Atletico Madrid è una grande squadra e ha fatto sempre bene in Champions. Ma non bisogna fare drammi se perdi in casa loro. Siamo in linea con gli obiettivi, passare il girone sarebbe motivo d’orgoglio, quando è iniziata la fase a gironi nessuno avrebbe scommesso sulla qualificazione.

Le sensazioni al gol del derby?
Nessuna, ovviamente è un derby, se segni in quella partita si esalta tutto di più. Per me resta una partita importante, tanto bisogna cercare di vincerle tutte: la mentalità è la stessa. Fa piacere segnare al derby, ma poi bisogna dimenticarlo, ci sono altre partite importanti.

Ci racconti cosa significa una corsa a pochi metri da una Curva Sud in delirio?
Ci ho provato, potevo anche darla a Florenzi e secondo me mi avrebbe anche mandato a quel paese se non fosse andata bene (ride, ndr). Ma sono cose che bisogna provare, ero sicuro di andare al tiro ed è andata bene. Ora bisogna guardare avanti e concentrarci per le prossime partite.

La Roma ha la forza per mantenere questi ritmi?
Perché no, finora i risultati sono buoni, sappiamo tutti quello che possiamo fare. Ognuno sa che contributo può dare alla squadra e lo stiamo dando. Uniti così si può arrivare lontano, ma bisogna restare sempre sul pezzo per tutte le partite. Vedremo tutto alla fine.

Che significato ha avere presto uno stadio di proprietà?
Sarebbe bello per società, giocatori e tifosi avere una casa tutta nostra. Speriamo vada tutto bene, una società come la Roma ha bisogno di uno stadio suo. Da giocatore posso solo sperare che si possa fare.