Roma, come cambieranno gli allenamenti a Trigoria

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:48

La serie A ha intenzione di ripartire al più presto e su questo ormai non sembra esserci alcun dubbio. E’ chiaro che prima di poter giocare delle partite ci si dovrà allenare e per questo motivo il centro di Trigoria è già in fase di ridefinizione per accogliere i giocatori quando si avrà il via libera per gli allenamenti.

@ Getty Images

Cosa che potrebbe avvenire nei primi giorni del mese di maggio, se il lockdown terminerà. I calciatori attualmente si stanno allenando a casa, nel limite della possibilità, seguendo la tabella che gli è stata proposta dallo staff tecnico. Certo, allenarsi sul campo è tutt’altra cosa.

LEGGI ANCHE –>>Calciomercato Roma, è caccia al sostituto di Smalling

Il preparatore atletico Nuno Romano è già al lavoro per un piano di riatletizzazione che durerà circa tre settimana – sottolinea Il Corriere dello Sport. A Trigoria – che per il momento rimane chiusa – si dovrà fare di tutto per far sì che venga seguito il protocollo medico-scientifico. I giocatori non si alleneranno in gruppo completo, ovviamente, ma saranno suddivisi in quattro-cinque gruppi che occuperanno tutti e tre i campi disponibili del centro sportivo giallorosso.

Alla ripresa i giocatori rimarranno a Trigoria per evitare ogni possibile contagio e a tutti verranno effettuati tamponi e test sierologici. Il ristorante sarà self service e con posate monouso, anche in quel caso si entrerà scaglionati e a distanza di sicurezza. Dalle borracce agli asciugamani, tutto sarà personalizzato e la doccia si potrà fare ognuno nella sua stanza. Precauzione massima, dunque, in tutti i frangenti per far sì che si possa terminare questo campionato.