Cessione Roma, Pallotta e Friedkin rimangono in attesa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:45

La cessione Roma continua ad essere un argomento molto attuale e dibattuto anche dalla tifoseria giallorossa. Specie perché, come si è detto negli ultimi giorni, sembra esserci stato un nuovo contatto tra James Pallotta e Dan Friedkin che avrebbe riaperto la trattativa.

james pallotta
James Pallotta ©Getty Images

Le due parti a dicembre sembravano essere d’accordo sul prezzo d’acquisto, ma poi è arrivato il coronavirus a sconvolgere tutto. La vita delle persone e anche l’economia mondiale. La trattativa insomma andrà reimpostata in futuro, riprendendo in esame praticamente tutto.

LEGGI ANCHE –>>Calciomercato Roma, opzione colombiana per la fascia destra

Il Corriere dello Sport di oggi sottolinea come Friedkin conosca benissimo la situazione attuale della Roma e ha individuato le mosse da compiere. L’imprenditore americano sarebbe pronto a pagare circa 220 milioni di euro liquidi, assumendosi gli oneri debitori attuali del club, e sarebbe pronto a mettere sul piatto altri 90 milioni per una ricapitalizzazione che si dovrà probabilmente effettuare nel 2021.

Tuttavia – sottolinea il quotidiano – non è detto che questa cifra possa accontentare Pallotta e i suoi soci. L’attuale presidente sa bene che oggi la Roma vale meno di quanto potrebbe valere tra un paio di anni, specie se ci saranno novità importanti (e positive) sul nuovo stadio da costruire a Tor di Valle. Servirà insomma ancora tempo per capire se e come ci saranno degli sviluppi sul fronte societario.