Calendario Roma, ritmi forsennati | Scatta l’allarme

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:46

Nelle scorse ore la Lega Calcio ha ufficializzato il calendario del girone d’andata della Serie A. E’ scattato l’allarme in casa Roma, i ritmi saranno infernali.

Josè Mourinho ©GettyImages

Neanche il tempo di ufficializzare il calendario che è già suonato il campanello d’allarme in casa Roma. Oggi pomeriggio la Lega Calcio ha emesso ufficialmente date e orari del girone d’andata in Serie A. Non sono pochi i problemi per i giallorossi, considerando i vari impegni di Conference League in giro per L’Europa. Per i ragazzi di Josè Mourinho si prevedono settimane infuocate, nel segno di ritmi forsennati.

Leggi anche: Calciomercato Roma, boccata d’ossigeno | Le cifre del piano Pinto

Leggi anche: Calciomercato Roma, colpi in prospettiva | Doppia operazione

Ritmi infernali per la Roma, è allarme calendario

L’As Roma e la Curva Sud ©GettyImages

Sovrapponendo il calendario della Conference a quello della Serie A, la situazione è allarmante. I giallorossi non riusciranno quasi mai ad avere 72 ore di distanza dalla partita di giovedì in coppa al campionato nazionale. Solo in un occasione la Roma avrà a disposizione il posticipo del lunedì sera, dopo l’ultima giornata del girone. Ecco gli incastri nel dettaglio.

I giallorossi debutteranno nel girone di Conference League giovedì 16 settembre contro il CSKA Sofia, allo stadio Olimpico. La domenica alle 18 saranno impegnati sul campo dell’Hellas Verona. La prima trasferta europea sarà sul campo dello Zorya il 30 settembre. Neanche il tempo di tornare dall’Ucraina che i giallorossi affronteranno l‘Empoli, il 3 ottobre all’Olimpico. Ennesima trasferta poi in terra norvegese, dove il Bodo Glimt attende i giallorossi il 21 ottobre. Delicatissimo l’impegno della domenica, sul campo del Napoli alle ore 18. Situazione che si ripeterà con l’unica eccezione dell’ultima trasferta in Bulgaria, i giallorossi troneranno da Sofia il 9 dicembre. In questo caso l’impegno sarà di lunedì sera, in casa contro lo Spezia. Inutile aggiungere come quest’ultima soluzione sarebbe stata molto più comoda anche nelle gare precedenti. Nuovo grattacapo per Mourinho, chissà se la società non si farà sentire anche ufficialmente.