Roma, frenata sullo stadio | Decisivo il nuovo sindaco

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:33

Mentre la campagna elettorale per le elezioni di ottobre entra nel vivo si torna con insistenza a parlare del nuovo stadio della Roma. 

As Roma ©Getty Images

Il tema del nuovo stadio della Roma sta tornando di grande attualità in queste settimane. Le dichiarazioni della dirigenza del club fanno capire come in casa giallorossa ci sia tutta l’intenzione di accelerare sulla realizzazione del nuovo impianto. Contemporaneamente l’inizio della fase calda della campagna elettorale ha riportato la questione al centro del dibattito politico. In attesa che tutti i candidati presentino un piano chiaro rispetto alla costruzione del nuovo stadio non sono mancate prese di posizione nette. Soltanto pochi giorni fa la sindaca Virginia Raggi aveva annunciato di aver individuato in Ostiense un’area particolarmente indicata per far sorgere l’impianto. Eppure la stessa Raggi spiegava che “ci sono altre altre soluzioni plausibili“.

LEGGI ANCHE: Roma, Fienga accelera per lo stadio | Scatta l’ultimatum

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, banco di prova decisivo | Si gioca la conferma

Stadio, frenata su Ostiense? | Decisivo il nuovo sindaco

rinvio juve-napoli
Guido Fienga (Getty Images)

La realtà, come dimostrano le parole di Guido Fienga, è che finché non sarà eletto il nuovo sindaco qualsiasi fuga in avanti sullo stadio rischia di rivelarsi precipitosa. Le aree in cui l’impianto potrebbe essere realizzato sono numerose. E’ chiaro quindi che le intenzioni della futura amministrazione saranno decisive per sbloccare un progetto che la Roma ritiene cruciale. Per questo dare per scontato che la nuova sede possa essere stabilita nel quartiere Ostiense appare prematuro. Si prestano a un progetto come quello dello stadio anche diverse altre zone della città come Pietralata, Tor Vergata e l’ex Velodromo. Insomma, la partita sulla costruzione della futura casa della Roma rimane tutta aperta e da giocare. Con una certezza in più rispetto al passato: i Friedkin fanno sul serio. E vogliono realizzare l’impianto nel più breve tempo possibile.