Leicester, quante assenze in vista della Roma: le scelte di Rodgers

L’allenatore del Leicester sta pensando alla semifinale di Conference League di ritorno e si prepara in vista del match del 5 maggio

Anche se lontani le menti sono collegate. Tutti i tifosi della Roma, ma anche allenatore e giocatori, sono collegati da un sottile filo rosso a una città d’oltre Manica. Giovedì 5 maggio, allo Stadio Olimpico va in scena la partita di ritorno tra Roma e Leicester, valida per la semifinale di Conference League. In Inghilterra, l’allenatore delle Foxes Brendan Rodgers sta pensando alla partita della Capitale e, nei suoi piani, c’è anche quello di rovinare i disegni di Mourinho.

Leicester
Brendan Rodgers, allenatore del Leicester City ©LaPresse

Lo Special One ha molta fiducia per la partita dell’Olimpico dove i tifosi giocheranno un ruolo fondamentale per le speranze dei giallorossi di arrivare in finale. La gara è molto importante per entrambi i club. Mentre la Roma sta cercando di accedere all’Europa League combattendo in campionato, il Leicester è fuori da ogni torneo  e non ha nulla da chiedere alla Premier League. Per questo, il cammino dei giallorossi è più tortuoso in vista del match, con il Bologna che rappresenta l’ostacolo più grande per gli obiettivi di José. Intanto, Rodgers prepara la sfida europea, nonostante le diverse assenze.

Leicester, Rodgers quante assenze in vista della Roma

leicester
José Mourinho ©LaPresse

Mente i giallorossi scenderanno in campo alle 20.45, in questi minuti il club inglese sta già giocando in campionato. La partita, su cui avrà gli occhi puntati anche Mourinho, ha mostrato una delle strategie di Brendan Rodgers, che ha a che fare con molte assenze. Nella gara con il Tottenham, infatti, della formazione dei Foxes scesa in campo contro la Roma mancano ben otto giocatori. Il tecnico nordirlandese, infatti, ha la mente alla Conference League  non ha alcuna intenzione di far stancare troppo i suoi giocatori. Per questo ha deciso di fare fuori la maggior parte dei titolari con Amartey, Soyoncu, Soumare, Thomas, Mendy, Daka, Perez e Iheanacho dal primo minuto contro Conte. Tutti questi calciatori, nella sfida con i giallorossi, erano in panchina o sono subentrati. Inoltre, va sottolineato come Maddison, Pereira e Jhonny Evans non sono stati nemmeno convocati per la partita del Leicester.