Roma-Venezia, Mourinho senza freni: “Futuro? Vi spiego” | L’annuncio sulla tripla assenza

Roma-Venezia, le parole di José Mourinho a DAZN: ecco quanto rilasciato dallo Special One nel post partita.

Nel post partita , José Mourinho ha rilasciato importanti ai dichiarazioni in merito all’esito della gara appena conclusa. Ecco quanto rilasciato dallo Special One:

José Mourinho ©LaPresse

“Siamo noi che dobbiamo ringraziare la gente. La gente sa che diamo tutto quello che abbiamo: se non riusciamo a fare meglio, è perché non siamo in grado di farlo. E si è visto nella reazione del pubblico: è una cosa veramente speciale. Io ho vissuto stadi così, dopo aver vinto campionati. Sicuramente vedremo San Siro così dopo che Inter o Milan vinceranno il campionato: questa gente è speciale, questo club è speciale. Magari è sempre stato così, o siamo noi a creare una cosa così speciale. Promettiamo di dare sempre tutto: questo sforzo, questa professionalità che diamo sempre. Abbiamo due partite con significato diverso, e andiamo ovviamente a Tirana con il tentativo di andare a prendere la Coppa.”

Non è facile. Cambiamo 3-4 giocatori, siamo subito in difficoltà. Pellegrini, Abraham, Smalling, Ibanez che giocano tutti i minuti. Siamo al limite: il Feyenoord è in vacanza, purtroppo siamo nella situazione di combattere punto a punto, e sperare che venerdì ci possa essere forza mentale in grado di poter recuperare per la finale.

RECUPERI – “Zaniolo, Mkhitaryan e Felix non sono venuti perché infortunati: vediamo venerdì.”

CICLO – “Sono venuto qui l’anno scorso. Ho altri due anni di contratto: i tifosi sono tranquilli nella misura in cui i giocatori stanno crescendo da un punto di vista emozionale. Non possono avere dubbi sulla questione empatica che trasmettono i ragazzi: tra goal sbagliati ed errori individuali, hanno dato tutto anche oggi.”