Voti Roma-Venezia 1-1, Shomurodov e Pellegrini deluxe | Tripla bocciatura

Voti Roma-Venezia, l’analisi della prestazione fornita dai giallorossi al cospetto della compagine di Soncin.

Una gara da portare a casa a tutti i costi, senza se e senza ma: all’Olimpico, però, il muro del Venezia resiste, con Shomurodov che rimonta l’iniziale vantaggio di Okereke.

Pagelle Roma-Venezia
Lorenzo Pellegrini ©LaPresse

Prestazione sontuosa di Lorenzo Pellegrini, un vero e proprio fac totum delle manovre offensive giallorosse: il capitano si è reso protagonista di almeno tre occasioni nitide, nelle quali soltanto la sfortuna gli ha detto di no. Le due traverse colpite su punizione stanno ancora tremando, ma in più in generale è la qualità profusa nella zona calda che legittima una prova maiuscola, a tutto tondo. L’ingresso in campo di Eldor Shomurodov, però, ha rivitalizzato la manovra: l’uzbeko trova prima il goal dell’ 1-1, prima di sfiorare la doppietta personale con un’altra giocata da fantascienza. Bene anche i 45 minuti di Spinazzola, che ha provato costantemente a superare il diretto marcatore: la condizione fisica è approssimativa, ma l’impegno di certo non manca.

Voti Roma-Venezia 1-1, deludono Veretout e Maitland-Niles

Eldor Shomurodov ©LaPresse

Molto propositivo anche El Shaarawy, che sfiora il goal in almeno due circostanze: l’occasione clamorosa gettata al vento nel finale, però, pesa come una spada di Damocle sul giudizio. In ombra Tammy Abraham, che non riesce ad incidere: l’occasione clamorosa divorata nella prima frazione di gioco non può passare inosservata. L’errore di Ibanez costa caro: il brasiliano macchia indelebilmente la sua prova con un errore importante nel primo minuto di gioco. Molto deludenti anche Maitlans-Niles e Veretout, entrambi sostituiti. L’inglese – molto timido – non sfonda praticamente mai, mentre l’ex Fiorentina dà sempre la sensazione di essere un pesce fuor d’acqua nella manvora. Sontuosa la gioca con la quale Zalewski si libera al tiro, che avrebbe meritato sicuramente sorte migliore.

ROMA (3-4-2-1): Rui Patricio 6, Kumbulla 6 (’46 El Shaarawy 6) , Ibanez 5,5, Smalling 6,5, Maitland-Niles 5 (’46 Karsdorp 6), Cristante 6,5 Veretout 4,5 (’60 Shomurodov 7,5) , Spinazzola 6,5 (’46 Zalewski 7) , Pellegrini 7,5, Carles Perez 6,5 (’82 Volpato 6) , Abraham 5,5

 

Attendance 63.243
Incasso 721.704€