Roma-Feyenoord, Mou in delirio: quella reazione in diretta è da brividi

Roma-Feyenoord, tripudio “Special” al triplice fischio: il tecnico lusitano e quell’urlo liberatorio che non passa inosservato.

Da dodici anni una squadra italiana non conquistava una competizione europea. A distanza di 12 anni, José Mourinho chiude virtualmente un cerchio: dalla Champions con l’Inter, alla Conference League con la Roma. Nella finale di Tirana, i giallorossi si impongono contro il Feyenoord al termine di una partita combattuta, non bellissima, e di sofferenza; ma ancora una volta, traspare in modo evidente il carattere con cui il tecnico lusitano è riuscito a plasmare un manipolo di uomini, oltre che calciatori.

José Mourinho ©LaPresse

Al fischio finale, esplode la gioia di tutti, in particolar modo di José Mourinho: lo Special One prima mima con le mani il numero cinque (i trofei internazionali collezionati dal lusitano), poi esplode in lacrime. Durante la premiazione, accetta la medaglia di Ceferin, salvo poi togliersela subito dal collo dopo averla baciata per 10 interminabili e dolcissimi secondi. Ai microfoni di Sky, Mou ha fatto fatica a trattenere le lacrime. Special, sempre e comunque: Roma e la Roma ai suoi piedi. La festa è appena cominciata, e la sensazione è che possa durare ancora a lungo…