Calciomercato Roma, la Gazzetta esagera: Zaniolo dipende da Di Maria

Calciomercato Roma, la Gazzetta dello Sport esagera: un possibile ritorno di fiamma per Zaniolo dipende dall’entità dell’infortunio a Di Maria

Un possibile ritorno di fiamma per Zaniolo dipende dall’entità dell’infortunio che ieri sera ha bloccato Di Maria. Il Fideo si sta sottoponendo in questo momento agli esami strumentali per capire quanto tempo dovrà stare fuori, e allora, con un altro elemento out come Chiesa, secondo la Gazzetta dello Sport non sarebbe da escludere che si ritorni a parlare di Nicolò.

Calciomercato Roma
Zaniolo ©LaPresse

“Da tempo nel mirino dei bianconeri” scrive il quotidiano rosa nella sua edizione online, sottolineando come potrebbe passare dai tempi di recupero di Di Maria un possibile riallacciamento dei rapporti e dei colloqui. Certo, in questo mese e mezzo, e cioè dal momento in cui i giallorossi hanno ripreso la preparazione, le cose sono decisamente cambiate. Zaniolo infatti è tornato in maniera prepotente al centro del progetto di José Mourinho, e anche le ultime uscite, una su tutte quella contro la Salernitana alla prima di campionato, hanno fatto vedere un numero 22 che s’è messo totalmente alle spalle i problemi fisici e mentali che lo hanno bloccato.

Calciomercato Roma, la ricostruzione della Gazzetta

Calciomercato Roma
Tiago Pinto ©LaPresse

La Gazzetta insomma ricostruisce questa vicenda, non chiudendo quindi del tutto alla possibilità – che ripetiamo, al momento appare assai remota – di un addio di Nicolò in questa ultima fase delle trattative di mercato. Zaniolo è un punto fermo della squadra dello Special One e anche alcuni indizi  (come il fatto del ritorno della foto profilo su Instagram con la maglia giallorossa) portano ad una sensazione netta che una decisione del giocatore sarebbe già stata presa: e cioè quella di rimanere alla corte di Mou.

E poi, stando alle notizie degli ultimi giorni, a settembre dovrebbero ricominciare anche le trattative per un rinnovo, con annesso adeguamento contrattuale, rispetto a quello in scadenza nel 2024.