Roma, sogno Friedkin: altri 23 milioni, Mourinho sa come si fa

Inizia oggi il cammino in Europa League della Roma. 23 milioni e il sogno dei Friedkin: Mourinho sa bene come si fa

Il cammino europeo della Roma parte oggi dalla Bulgaria, con gli occhi e il cuore ancora pieni della storica finale di Tirana. Ma questa volta i giallorossi sono in Europa League, una competizione con molte insidie, che arriveranno soprattutto dopo i gironi, quando dalla Champions League scenderanno le terze qualificate. Il cammino giallorosso parte dalla Bulgaria, contro il Ludogorets, dove Mourinho non risparmierà nessuno.

José Mourinho, allenatore della Roma ©LaPresse

Oltre che per il prestigio, il cammino europeo è importante anche per le casse giallorosse. I Friedkin vogliono portare ancora una volta la Roma ad alzare un trofeo europeo, che economicamente varrebbe oltre 23 milioni.

La Roma si affida a Mourinho: l’Europa League vale più di 23 milioni

Roma
Mourinho con la Coppa ©LaPresse

Impossibile non avere ancora nella testa la gioia di Tirana e la capitale in festa il giorno dopo. Ma oggi per la Roma inizia un’avventura complicata in Europa League, dove ovviamente l’obiettivo è arrivare fino in fondo. Nell’edizione odierna del ‘Messaggero’ viene svelato l’incasso totale che il club giallorosso potrebbe raggiungere nella competizione.

Con la qualificazione ai gironi il guadagno è stato già di 3,63 milioni di euro. Poi per ogni vittoria nelle sei partite del girone verranno aggiunti 630 mila euro, per un totale di 3,78 milioni in caso di bottino pieno con tutte vittorie. 210 mila euro invece arriveranno in caso di pareggio. In più, qualora la Roma arrivasse prima nel girone guadagnerebbe un bonus di 1,1 milioni, con un ulteriore bonus di 1,2 milioni per la qualificazione agli ottavi. Con il secondo posto invece 550 mila, più 500 mila euro per i sedicesimi. Poi, nel caso in cui il cammino dovesse continuare il guadagno salirebbe a 1,8 milioni per la qualificazione ai quarti, 2,8 milioni per la semifinale, 4,6 per l’accesso in finale e altri 4 per l’eventuale vittoria. Il tutto per un totale di 23 milioni di euro più i premi Uefa e il market pool. Dunque un’Europa League ricca, per la quale i Friedkin si affidano alle mani del più esperto: José Mourinho.