Calciomercato Roma, 10 milioni e sfida alla Dea: gioiello nel mirino

Calciomercato Roma, testa a testa con l’Atalanta: la valutazione complessiva si aggira sui 10 milioni di euro.

Quali saranno gli obiettivi di Tiago Pinto per la prossima campagna trasferimenti? Difficile dirlo con certezza, anche se i primi identikit stanno cominciando a catalizzare l’attenzione mediatica.

Calciomercato Roma, 10 milioni e sfida alla Dea: gioiello nel mirino
Gasperini ©LaPresse

Sarà sicuramente un mercato in cui il GM giallorosso andrà a caccia di occasioni, provando a capitalizzare quelle situazioni che di volta in volta si presenteranno. Oltre ad un sostituto di Karsdorp – che sembra al momento sempre più lontano da una permanenza nella Capitale – Pinto potrebbe decidere di rinforzare anche altre zone del campo. In difesa ad esempio, soprattutto se dovesse essere ceduto Kumbulla, ma non solo. Complice anche l’assenza per infortunio di Wijnaldum, la Roma ha chiuso il prima metà di stagione con pochi goal dei propri centrocampisti all’attivo. Un dato che farà sicuramente riflettere e che non potrà passare inosservato.

Calciomercato Roma, Rieder mania: testa a testa con l’Atalanta

Calciomercato Roma, 10 milioni e sfida alla Dea: gioiello nel mirino
Fabian Rieder ©LaPresse

Anche questo è il motivo per il quale è tornato a ruotare in orbita Roma il profilo di Frattesi, che però non è l’unico centrocampista nei dossier di Pinto. Stando a quanto riferito da Flavio Maria Tassotti, infatti, la Roma ha lanciato segnali di apprezzamento anche per Fabian Rieder, centrocampista classe ‘2002 in forza allo Young Boys. L’elvetico è legato al proprio club da un contratto in scadenza nel 2025, ed una valutazione che si attesta sui 10 milioni di euro. Sulle sue tracce, però, c’è anche l’Atalanta, che già la scorsa estate aveva provato a capire la fattibilità dell’operazione.

Centrocampista poliedrico dal fiuto del goal, nelle 21 presenze stagionali collezionate Rieder è andato a segno già 3 volte, dispensando anche 6 assist. Prestazioni che gli hanno garantito anche la convocazione da parte della sua Nazionale, nelle cui fila però non ha ancora avuto modo di scendere in campo.