Cristiano Ronaldo lascia il Manchester United, è ufficiale: “Accordo consensuale”

Cristiano Ronaldo lascia il Manchester United, adesso è ufficiale: un tweet del club inglese annuncia la decisione presa proprio durante i Mondiali. 

Cristiano Ronaldo non è più un giocatore del Manchester United. Ufficiale la decisione, arrivata di comune accordo tra il club di Premier League e l’attaccante portoghese che adesso si trova al Mondiale. Era nell’aria, soprattutto dopo l’intervista non autorizzata che ha fatto il giro del Mondo e che ha messo lo United quasi con le spalle al muro. Non si sarebbe di certo potuti andare avanti in questo modo.

Cristiano Ronaldo lascia il Manchester United, è ufficiale: "Accordo consensuale"
Ronaldo ©LaPresse

Sì, era nell’aria, come detto, ma nessuno ci si aspettava che in questo momento potesse arrivare questa presa di posizione da entrambe le parti. Un Tweet, comunque, ha ufficializzato il tutto. E questo sono le parole scritte dallo United che accompagnano una foto di Ronaldo con la maglia dei Red Devils: “Cristiano Ronaldo lascerà il Manchester United di comune accordo, con effetto immediato. Il club lo ringrazia per il suo immenso contributo in due periodi all’Old Trafford”.

Cristiano Ronaldo, le parole dell’attaccante

Cristiano Ronaldo lascia il Manchester United, è ufficiale: "Accordo consensuale"
Ronaldo ©LaPresse

Cristiano Ronaldo ha rilasciato alcune dichiarazioni, riportate dal Manchester Evening News, immediatamente dopo l’ufficialità del suo addio. “A seguito delle conversazioni con il Manchester United, abbiamo concordato di comune accordo di risolvere il nostro contratto in anticipo. Amo il Manchester United e amo i tifosi, questo non cambierà mai. Tuttavia, mi sembra il momento giusto per cercare una nuova sfida. Auguro alla squadra ogni successo per il resto della stagione e per il futuro”.

Insomma, Ronaldo è sul mercato e a parametro zero. Subito dopo il Mondiale in Qatar il giocatore dovrà decidere dove andare nella seconda parte di stagione. Sogno per la Roma? Pinto ha spiegato nei giorni scorsi che mai è stato un obiettivo. Ma chissà…