Calciomercato Roma, dipende tutto da Pinto: affare con doppio rischio

Il general manager della Roma deve decidere le mosse di un affare di calciomercato in Serie A in questi giorni della finestra invernale

Il calciomercato della Roma è uno degli argomenti più scottanti in questo momento dell’anno. A gennaio c’è stato il gong virtuale che ha dato il via alle trattative per rinforzare le proprie rose e andare a colmare le alcune individuate nella prima parte di stagione. José Mourinho ne ha individuate diverse e per questo motivo sta pressando Tiago Pinto per cercare di convincerlo a prendere qualche nuovo innesto.

Calciomercato Roma, dipende tutto da Pinto: scambio con doppio rischio
Tiago Pinto, general manager della Roma ©LaPresse

Da parte del general manager però c’è molta cautela, perché sulla testa della Roma pende un’enorme spada di Damocle rappresentata dai paletti imposti dalla Uefa. L’organo calcistico europeo ha dettato delle linee guida molto ferree che devono essere seguite a Trigoria se non si vuole incombere in penalizzazioni e multe. Pinto, se vuole fare mercato deve prima cedere per cercare di non alzare il monte ingaggi e per non avere un rapporto negativo tra entrate e uscite.

Per questo motivo, gli esuberi presenti in rosa hanno assunto un valore mai così importante per la società. Tra di loro quelli che hanno più mercato sono di sicuro Eldor Shomurodov e Marash Kumbulla. Mentre per il secondo c’è stato qualche timido interessamento, per il primo si sono fate avanti diverse squadre, tra cui il Torino.

Calciomercato Roma, Vagnati blinda Sanabria e riflette su Shomurodov

I granata hanno intenzione di migliorare la propria squadra, soprattutto il reparto offensivo dove Antonio Sanabria non sta dando molte garanzie. A questo si aggiungono i diversi infortuni di Pellegri, che non sta vivendo un periodo fortunato.

Calciomercato Roma, dipende tutto da Pinto: scambio con doppio rischio
Eldor Shomurodov, attaccante della Roma ©LaPresse

Come riporta Tuttosport, per questo motivo Vagnati aveva messo nel mirino prima Nzola e poi Cheddira. Per i due però si è chiusa la strada e così ha preso piede l’idea Shomurodov, che potrebbe partire in prestito. Il Torino ha presentato una proposta a titolo temporaneo da un milione con diritto di riscatto. La Roma vorrebbe ottenere l’obbligo e proprio questa clausola rappresenta il nodo cruciale della trattativa. Anche se i giallorossi dovrebbero rinunciarci, però, i granata dovrebbero aspettare prima di schierare Shomurodov, che avrebbe bisogno di trovare il ritmo partita ed entrare negli schemi di Juric. Per questi due motivi il suo approdo non convince a pieno e Vagnati avrebbe intenzione di continuare con Sanabria.