Da Mourinho ad Allegri, doppio addio choc: l’erede è proprio lui

L’annuncio in radio fuga ogni dubbio. Il ribaltone per Roma e Juve sarebbe ormai dietro l’angolo e non ammette repliche.

Nonostante una stagione ancora tutta da definire, le voci riguardanti il tourbillon di allenatori in ottica estiva ha cominciato a prendersi le luci della ribalta. Sotto questo punti di vista, sugli scudi sono finiti sicuramente José Mourinho e Massimiliano Allegri, il cui futuro, ancora tutto da scrivere, potrebbe calamitare per diverso tempo l’attenzione mediatica.

Da Mourinho ad Allegri, doppio addio choc: l'erede è proprio lui
Massimiliano Allegri (LaPresse) – Asromalive.it

Il tecnico portoghese, come è risaputo, è legato alla Roma da un contratto in scadenza nel 2024. Pur avendo rispedito al mittente le ricche proposte estive provenienti dall’Arabia, lo Special One non è sicuro della sua permanenza nella Capitale. I Friedkin non hanno ancora intavolato alcun tipo di trattativa per il rinnovo del contratto del tecnico portoghese. Il discorso prolungamento, almeno per il momento, è in ghiaccio. Ciò non significa che nelle prossime settimane non possa essere approfondito. Per adesso, però, le chances che il portoghese non sia più l’allenatore della Roma dopo il 30 giugno sono assolutamente credibili.

Di questo ha parlato Ivan Zazzaroni che, intervenuto nel corso della diretta radiofonica ‘Tutti Convocati’ in onda su Radio 24, si è espresso in questi termini: “Mourinho se ne andrà…vedete un solo segnale nella direzione opposta?”.

Triangolo Allegri-Conte-Mourinho: Zazzaroni svela tutto

Discorso per certi aspetti analogo a ciò che sta accadendo in casa Juve sul fronte Allegri. Benché con un contratto in scadenza tra un anno e mezzo, il tecnico livornese potrebbe non essere confermato alla guida della panchina bianconera, indipendentemente dall’esito di una stagione che vede Chiesa e compagni tallonare l’Inter capolista.

Da Mourinho ad Allegri, doppio addio choc: l'erede è proprio lui
Conte (LaPresse) – Asromalive.it

Negli ultimi giorni è ritornato prepotentemente in auge in orbita Juve la candidatura di Antonio Conte, per il quale anche i Friedkin non chiuderebbero a priori la porta. Zazzaroni si è espresso così sull’eventuale avvicendamento alla guida della panchina della Juventus: “Sarei sorpreso di vedere Allegri alla Juve anche il prossimo anno. Dopo quello che ha detto all’UniSalento, in cui Conte si è praticamente auto candidato, qualcuno nella Juve che vuole riportarlo c’è. Al 99% sarà divorzio con alimenti a giugno tra Allegri e la Juventus“.

Impostazioni privacy