Scelto il nuovo Ds della Roma: arriva l’annuncio

Scelto il nuovo diesse della Roma, i Friedkin hanno preso una decisione ed è in arrivo anche l’annuncio. Ecco su chi puntano i texani

La Roma ha un nuovo allenatore, trovato in fretta e furia dopo l’esonero di Mourinho, ma non ha ancora un dirigente. Sì, c’è Tiago Pinto, ma il prossimo 3 febbraio il portoghese lascerà Trigoria così come annunciato dal club non tanto tempo fa. Insomma, una rivoluzione vera e propria quella voluta dai Friedkin, che potrebbe coinvolgere anche Lina Soulokou. Vedremo.

Scelto il nuovo Ds della Roma: arriva l'annuncio
I Friedkin hanno scelto il nuovo diesse (Lapresse) – Asromalive.it

In ogni caso il club giallorosso, secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport in edicola questa mattina, è alla ricerca di un uomo che possa dirigere dalla prossima estate le operazioni di mercato. Di nomi ne sono spuntati tanti, anche prima del divorzio ufficiale con Pinto (era in scadenza anche lui), ma adesso la situazione sembra essere ben delineata. O almeno così pare.

Erede Pinto, la decisione dei Friedkin

In pole ci sarebbe l’inglese, classe 1981, Paul Mitchell. Il dirigente si è messo in mostra soprattutto con Southampton e Tottenham e poi al Lipsia. Lui sarebbe il nome scelto, anche se ancora i Friedkin non hanno sciolto tutti i dubbi che riguardano questa posizione. Ci sono infatti altri nomi che rimangono in corsa e andiamo a vedere quali.

Roma
Paul Mitchell (Lapresse) – Asromalive.it

C’è anche il tedesco Vittell, 37 anni, ancora in corsa, un altro che ha lavorato anche in Inghilterra, al Chelsea. E sullo sfondo c’è, come al solito, il profilo di Massara, un ex giallorosso silurato la scorsa estate dal Milan che è alla ricerca di una sistemazione per la sua carriera. Insomma, sul tavolo ci sono molte carte, adesso sta ai Friedkin decidere su chi puntare. Un annuncio, comunque, è atteso davvero a breve giro di posta, forse entro febbraio, o al massimo qualche giorno dopo che Pinto avrà tolto i suoi effetti personali da Trigoria.

Impostazioni privacy