Tripla assenza con il Monza: De Rossi cambia di nuovo

La partita con il Monza di Palladino di avvicina e mister De Rossi è costretto a valutare con cura i titolari e il modulo da adottare

Mentre il popolo giallorosso continua a riguardare in loop il capolavoro a tre capitoli firmato Paulo Dybala, De Rossi deve necessariamente mettere da parte il dolce ricordo dell’argentino che corre verso di lui ad abbracciarlo, per definire l’assetto tattico da assumere contro il Monza. La formazione brianzola, al contrario di quello che si potrebbe pensare, rappresenta un appuntamento caratterizzato dalle medesime rogne incontrate contro il Torino di mister Juriç, come è facilmente intuibile dalla quantità condivisa di punti campionato tra i piemontesi e i lombardi.

Roma-Feyenoord, UFFICIALE: ha saltato l'allenamento
Daniele De Rossi (LaPresse) – asromalive.it

Da considerare, oltre all’asprezza dell’avversario, vi è la vitale importanza di ogni singolo punto conquistato o perso in quello che è, innegabilmente, un momento particolarmente delicato della stagione in ottica campionato, a causa della gran quantità di traffico presente nella zona della classifica occupata dalla Roma. L’ultima vittoria ha avvicinato i giallorossi agli uomini di Gasperini (che hanno però una gara in meno), ma Fiorentina e Lazio sono ancora a poche lunghezze di distanza. In tal senso, lo scontro diretto programmato domenica tra Atalanta e Bologna potrebbe significare una ghiotta occasione per avvicinarsi ulteriormente alla zona Champions che, nel caso di una vittoria con il Monza, inizierebbe realmente a trasformarsi da utopia impensabile a sogno realizzabile.

Karsdorp e Llorente ancora fermi

L’occasione descritta nelle righe precedenti, tuttavia, non può che essere caratterizzata dai consueti ostacoli che una stagione calcistica riserva agli allenatori, costretti a barcamenarsi tra un infortunio e l’altro, per tentare di mettere in campo l’idea di gioco più idonea all’avversario in questione. Nel caso di DDR spiccano in particolare quelle che sono state le assenze registrate negli scorsi giorni, su cui è necessario effettuare una valutazione in vista della gara contro il Monza.

Roma senza sosta: doppio recupero lampo per De Rossi
Diego Llorente (LaPresse) – asromalive.it

E’ in particolare la linea difensiva giallorossa ad aver incontrato qualche acciacco, con Llorente e Karsdorp ancora fermi ai box. Nel caso dello spagnolo, dopo la paurosa botta alla testa “conquistata” nella gara con il Feyenoord, potrebbe arrivare la panchina, dato che il trauma cranico sembrerebbe essere stato definitivamente assorbito dal corpo del difensore giallorosso. Nulla di certo e serviranno le sedute dei prossimi giorni per confermare o meno la panchina e un eventuale impiego a partita in corso.

Per quanto concerne la questione Karsdorp, colpito da un fastidio muscolare, è probabile che sarà ancora Rasmus Kristensen ad occupare la catena di destra giallorossa. Il motivo è piuttosto semplice e si ricollega direttamente al fatto che il terzino danese è attualmente fuori dalla lista Uefa, il che lo costringerà fuori nel delicato appuntamento con il Brighton di De Zerbi. Ecco perché in campionato, appare più logico sfruttare la condizione impeccabile di Kristensen, per far riposare Karsdorp.

Smalling torna in panca, si torna alla difesa a quattro. E Lukaku?

Ciò che però potrebbe realmente modificare gli equilibri in difesa, secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, è la probabile panchina che ospiterà Chris Smalling. L’inglese è tornato, ma i mesi fuori e l’impegnativa sfida con il Torino si fanno sentire. Con fare cautelativo, DDR eviterà di schierarlo dal primo minuto, il che genera un evidente conseguenza sul piano tattico: il ritorno della difesa a quattro.

Nelle scorse settiamane, abbiamo imparato come parlare di difesa a quattro o a tre per Daniele De Rossi potrebbe apparire sin troppo limitante, poiché anche nel primo caso si tratta spesso di una difesa a quattro con possibilità di trasformazione a tre nel corso della partita. Ciononostante, a differenza della partita con il Torino, lo schieramento di partenza dovrebbe essere a quattro, con la presenza di Stephan El Shaarawy al posto di Smalling.

Futuro Lukaku e frecciata Smalling: Tiago Pinto dice tutto
Romelu Lukaku (LaPresse) – asromalive.it

Sempre il Corriere dello Sport prevede l’impiego di Leonardo Spinazzola al posto di Angeliño e quello di Lukaku a sfavore di Azmoun. Il gigante belga era partito dalla panchina nella sfida con i granata, ma una volta subentrato, grazie all’uno-due vincente che ha portato al tris di Paulo Dybala, potrebbe aver scacciato le massicce perplessità emerse sul suo conto nelle scorse settimane. Non è un segreto che Big Rom abbia riscontrato più di una difficoltà nell’interagire con il rinnovato sistema di gioco introdotto da DDR, ma il suo prezioso lavoro spalle alla porta, potrebbe divenire uno strumento particolarmente pericoloso da utilizzare in coppia con il fuoriclasse argentino in maglia numero 21.

Impostazioni privacy