Chiamata giallorossa per Mourinho: annuncio a sorpresa

L’allenatore lusitano, ormai ex Roma da più di un mese, potrebbe subito rimettersi in gioco sotto consiglio

Era metà gennaio quando Mourinho ricevette la lettera d’esonero dalla Roma dopo la sconfitta di San Siro contro il Milan. Il ko con la squadra di Pioli fu la goccia che fece traboccare il vaso, portando la società giallorossa a scegliere De Rossi.

Chiamata giallorossa per Mourinho: annuncio a sorpresa
José Mourinho (LaPresse) – Asromalive.it

Mouinho ha lasciato dunque il club capitolino circa un mese e mezzo fa dopo aver allenato la Roma da agosto 2021 a gennaio 2024. Due stagioni e mezzo condite da un successo europeo, quello della Conference League in finale a Tirana contro il Feyenoord.

L’annata successiva arrivò la finale di Europa League, persa solamente ai rigori contro il Siviglia. Il 2023/2024, nel momento in cui è stato esonerato, Mourinho aveva la peggior percentuale di vittorie dal suo arrivo a Roma (46,43%) con il nono posto in classifica e l’eliminazione dalla Coppa Italia per mano della Lazio.

Arrivata la chiamata

La nuova vita dello Special One lontano dalla Roma l’ha visto vicino a tante squadre, sia europee sia arabe senza dimenticare il capitolo Nazionali. Julio Cesar, ex portiere giallorosso, ha parlato a Tv Play di una particolare richiesta: “A me non importa della nazionalità del CT del Brasile. Gli allenatori brasiliani sono bravi ma tanto diversi da quelli europei. Io ho chiesto di persona a Mourinho se avesse voluto, ma mi ha detto no, almeno in quel momento. Oggi non lo so. Con la nazionale però abbiamo perso quasi un anno a chiacchierare su Ancelotti a cui secondo me non hanno fatto neanche una telefonata, perché poi ha rinnovato col Real Madrid. L’organizzazione del calcio brasiliano è un problema, perché abbiamo ancora i migliori giocatori, ma non li sviluppiamo come dovremmo”.

Chiamata giallorossa per Mourinho: annuncio a sorpresa
José Mourinho (LaPresse) – Asromalive.it

Julio Sergio ha parlato anche di Roma soffermandosi su De Rossi: ” Lui è stato umile e intelligente per fare le cose semplici. La squadra ha giocatori come Lukaku e Dybala per fare la differenza, quindi ha assegnato movimenti più semplici alla difesa e si è ritrovato uno Svilar in forma super. Me lo aspettavo perché già coordinava quando giocava. Risposta molto positiva e bellissimo inizio”. 

Impostazioni privacy