Errore tecnico dell’arbitro, UFFICIALE: si rigioca la partita

Clamoroso errore tecnico, l’arbitro ha ammesso le sue colpe ed è arrivata la decisione ufficiale da parte del giudice sportivo. La partita è da ripetere

Intanto c’è da dire una cosa: non tutti, forse, avrebbero fatto come questo arbitro che ha ammesso le proprie colpe. Certo, forse c’erano anche le immagini ad incastrarlo, ma non è nemmeno sicuro, visto che parliamo – così come riporta il Resto del Carlino – della Coppa di Terza Categoria, chiamata Memorial Presidenti.

Errore tecnico dell’arbitro, UFFICIALE: si rigioca la partita
Ufficiale, la partita è da ripetere (Lapresse) – Asromalive.it

Un errore, che può succedere: ne vediamo alcune volte davvero incredibili in categorie superiori. Ma questa volta si tratta di un errore tecnico da parte dell’arbitro e così, come da comunicato ufficiale, la partita in questione si recupererà. C’è anche la data: mercoledì 3 aprile alle ore 21:00. Ma andiamo a vedere insieme, nel dettaglio, quello che è successo. Un errore davvero clamoroso che ha portato al ricorso, accolto, da parte di uno dei due club in questione.

Errore tecnico, il match si rigiocherà

La sfida era dei quarti di finale della coppa citata prima tra M.t. 1960 e Vetto. Zero a zero dopo i 90minuti, 11-10 per i padroni di casa dopo i calci di rigore. Però già da subito qualcosa non è andata per il verso giusto: il Vetto infatti nel momento in cui è andato a calciare dagli undici metri, aveva 9 calciatori a disposizione a causa di due espulsioni durante il match. Il regolamento parla chiaro: entrambe le squadre nonostante tutte nel momento in cui si arriva alla lotteria finale devono utilizzare lo stesso numero di calciatori.

Errore tecnico dell’arbitro, UFFICIALE: si rigioca la partita
Un’espulsione (Lapresse) – Asromalive.it

L’M.t. 1960 ne ha utilizzato uno in più, e nel comunicato ufficiale si legge questo: “L’arbitro ha spontaneamente ammesso, nel referto di gara, di aver erroneamente consentito il decimo rigore al portiere dell’M.t. 1960, che però non faceva parte dei primi nove rigoristi (che vanno comunicati all’arbitro prima della lotteria) e che quindi non poteva calciare il rigore“. Errore tecnico clamoroso, un abbaglio incredibile e quindi match da ripetere.

Impostazioni privacy