Thiago Motta al Milan: superata la concorrenza

Ecco le ultime sul futuro di Thiago Motta. La Juventus di Giuntoli vede inasprirsi i tentativi di scippo da parte della concorrenza 

Gli appassionati di calcio del bel paese stanno preparando i pop corn per assistere al rocambolesco valzer di panchine che potrebbe iniziare a partire da termine della stagione in corso e, in tal senso, giungono nuove indiscrezioni su quella che si potrebbe serenamente definire come l’operazione più delicata dell’estate italiana.

Thiago Motta e Massimiliano Allegri (Ansafoto) – Asromalive.it

I nomi in ballo sono numerosi e di indubbio pregio, anche per quanto concerne quegli allenatori emigrati dalla penisola, che ora sembrerebbero intenzionati a dare adito ad un genuino sentimento di nostalgia per il proprio paese d’origine. Sono davvero poche le panchine della parte sinistra della classifica a risultare solide e immuni da sorprendenti stravolgimenti e, di conseguenza, pezzi da novanta come Antonio Conte e Roberto De Zerbi sarebbero pronti a scuotere ulteriormente il mercato degli allenatori della Serie A.

Tutti pazzi per Thiago Motta: è la prima scelta per il Milan

Delle big italiane, soltanto Inter e Roma parrebbero godere del lusso di un allenatore già confermato per il prossimo anno, su cui contare per plasmare il frenetico calciomercato che caratterizzerà l’estate degli italiani. Per il resto della griglia tutto sembra possibile e in costante evoluzione e, anche quelle flebili certezze che sembravano aleggiare tra le tifoserie di Milan, Juventus e Napoli, sembrerebbero essere state violentemente disattese.

Tra veterani della Serie A (Sarri e Pioli), allenatori dallo sfavillante curriculum (Allegri e Conte) e potenziali guru della categoria idolatrati persino da Pep Guardiola (Roberto De Zerbi), ecco che il vero protagonista dell’estate potrebbe essere colui che fino a qualche mese difficilmente avrebbe pensato di essere accostato alla squadra più vincente e blasonata dello stivale. Stiamo naturalmente parlando di Thiago Motta, il quale, fino a qualche giorno fa, pareva avere un chiaro bivio davanti, ma adesso si ritrova al centro di una rotonda con più uscite da prendere.

Cristiano Giuntoli (Ansafoto) – Asromalive.it

Nelle scorse settimane la narrazione è stata chiara e univoca: Thiago Motta sceglierà o la Juventus o la permanzenza a Bologna, con conseguente garanzia di trattenere le pedine più luccicanti dello scacchiere rossoblu (Zirkzee, Orsolini, Saelemaekerse e Calafiori su tutti). Inoltre, tra le due possibilità pareva che ce ne fosse una sensibilmente più probabile, a causa della scontata fuoriuscita di Massimiliano Allegri dai cancelli di Vinovo.

Difatti, l’ossessione di Cristiano Giuntoli per calciatori e allenatori votati al bel gioco si sposerebbe a meraviglia alle manifeste qualità messe in mostra dal Bologna di Motta, ovvero una delle realtà calcistiche più accattivanti e raffinate della massima lega italiana. A rompere le uova nel paniere bianconero è intervenuto nuovamente il Milan che, secondo quanto affermato da Marco Varini sul suo account X(Twitter), starebbe effettuando gli ultimi tentativi per sottrarre l’ex Inter dalla morsa di Giuntoli e colleghi.

Impostazioni privacy