Calciomercato Roma, epurazione totale: salta la conferma

Calciomercato Roma, epurazione totale dentro il club giallorosso. Salta anche la conferma di un difensore che sembrava essere sicuro del posto. Ecco cosa svela il Corriere dello Sport

Mezza squadra in bilico. Sì, perché Daniele De Rossi i suoi uomini –  così come vi abbiamo parlato prima – li ha già scelti. Tutti gli altri, e non solo per scelta tecnica, possono partire. E tra questi, il primo sicuro di andare via, si legge sul Corriere dello Sport in edicola questa mattina, è Romelu Lukaku.

Calciomercato Roma, epurazione totale: salta la conferma
Daniele De Rossi (Lapresse) – Asromalive.it

Tornerà al Chelsea l’attaccante belga, e stasera contro il Genoa probabilmente sarà la sua ultima partita davanti al sold out dell’Olimpico. Ma ci sono altri esuberi dentro la Roma, gente che quasi sicuramente non vestirà più il giallorosso. Sicuri di questo sono Renato Sanches, Huijsen e Kristensen: rispettivamente Psg, Juventus e Leeds li riavranno alla base. Per loro non c’è nessuna possibilità, a quanto pare, di rimanere dentro Trigoria.

Calciomercato Roma, anche Llorente in bilico

Ma non sono gli unici: anche Azmoun farà ritorno al Bayer Leverkusen perché i 12,5 milioni, che erano la base sulla quale le due società si erano accordate, a quante pare sono ritenuti eccessivi dentro le segrete stanze del Fulvio Bernardini. Ma in bilico ci sono anche altri elementi che sono di proprietà della Roma, e che Ghisolfi, prossimo direttore sportivo, potrebbe cedere davanti ad un’offerta ritenuta soddisfacente. In tutto questo, comunque, c’è anche la questione Llorente che deve essere valutata: il difensore spagnolo, infatti, non è sicuro del posto nella prossima stagione.

Calciomercato Roma, epurazione totale: salta la conferma
Llorente (Lapresse) – Asromalive.it

Il primo è ovviamente Karsdorp, legato ancora da un contratto per un altro anno, che sembra essere fuori dal progetto tecnico. Il club potrebbe ascoltare anche delle offerte per Celik così come lo potrebbe fare per Smalling. Che magari forse è l’unico in questo pacchetto che la prossima estate, davanti ad una buona preparazione, potrebbe convincere De Rossi. Il quadro quindi è questo, niente di più e niente di meno. Insomma, la rivoluzione è servita.

Impostazioni privacy