Roma, non è più top secret: ricorda Totti e fa sognare i tifosi

Roma, non è più top secret. La nuova Roma inizia a svelare il suo volto. La stagione 2024-2025 sarà completamente diversa. I tifosi sognano.

La nuova stagione è già iniziata e la Roma che verrà inizia a mostrare le sue piccole, grandi novità. L’ufficialità del nuovo direttore sportivo, Florent Ghisolfi, ha di fatto dato avvio alla composizione della prossima rosa giallorossa che parte con il preciso intento di puntare dritto alla Champions League, come obiettivo minimo.

Una maglia storica indossata da Francesco Totti
Totti (LaPresse) – Asromalive.it

De Rossi e Ghisolfi sanno che la Roma che verrà dovrà avere caratteristiche tecniche, ed una qualità complessiva, decisamente superiore a quella attuale. Sarà una Roma diversa, con volti nuovi scelti dal tecnico. Il direttore sportivo avrà il compito, non facile, di accontentare le richieste dell’ex Capitan Futuro.

La Roma che verrà avrà un volto, ed un’immagine completamente nuova. Le novità in  casa Roma non attengono, infatti, soltanto, al nuovo direttore sportivo ed agli acquisti che nelle prossime settimane verranno annunciati dalla società capitolina.

Saranno diversi i volti nuovi che indosseranno la maglia giallorossa all’inizio della stagione 2024-2025. E a proposito della maglia giallorossa, cosa sappiamo della nuova divisa? In tal senso vi sono grandi novità. E i tifosi sono già impazziti.

La maglia dei ricordi struggenti

La nuova divisa giallorossa anticipa la stagione che verrà. Per i tifosi della Roma è sempre un momento speciale. La sacralità della maglia mista ad una curiosità irrefrenabile. Lo sponsor tecnico Adidas ha preparato una divisa che emozionerà. Quest’anno più che mai.

Francesco Totti
Francesco Totti (LaPresse) Asromalive.it

Una divisa che si presenta ancora più elegante dal momento che il fondo non è a tinta unita ma bensì vede la presenza di sottili righe gialle verticali, quasi dorate. A prima vista sembra richiamare la maglia giallorossa della stagione 1996/1997.

Era la Roma di Carlos Bianchi in panchina, che poi ha lasciato il posto al ‘maestro’ Nils Liedholm. Una divisa che riporta l’orologio del tempo indietro di diversi anni e alle prime apparizioni di Francesco Totti. Una maglia rimasta iconica, nonostante un campionato poi molto deludente.

E soprattutto una maglia che ricorda le prime gesta sportive di Totti, come il gol al Milan nella roboante vittoria per 3-0. Tanto basta per fare sognare i tifosi, sperando che i risultati siano decisamente migliori. Perché alla fine anche la maglietta meno bella esteticamente viene ricordata con più affetto se porta alla conquista di qualche trofeo o di qualche vittoria importante.

Impostazioni privacy