Roma Calcio » AS Roma News » Primavera Roma, De Rossi: “Per la qualificazione possiamo ancora giocarcela”

Primavera Roma, De Rossi: “Per la qualificazione possiamo ancora giocarcela”

Il tecnico giallorosso appare fiducioso per il proseguo del Torneo di Viareggio

Alberto De Rossi

PRIMAVERA ROMA INTERVISTA DE ROSSI / WEB – “A Viareggio per noi è sempre in salita“. Parola del tecnico della Roma PrimaveraAlberto De Rossi, alla vigilia del delicata sfida contro la Virtus Entella, in programma domani pomeriggio alle ore 15.00. “Ma la qualificazione possiamo ancora giocarcela – prosegue l’allenatore giallorosso – E’ così, qualche responsabilità sarà indubbiamente nostra. Ma non abbiamo neanche fortuna. Siamo fermi alla finale fatta nel 2007 e persa con il Genoa: ora dobbiamo tirar fuori quel che abbiamo, la qualificazione è ancora possibile. Poi bisogna anche dare una visione d’insieme al lavoro: siamo dentro un’altra annata importante, dopo averne chiusa una da campioni d’Italia e con la Coppa Italia e la Supercoppa sfumate per un niente“. In campionato, però, la sua squadra viaggia a ritmi altissimi: “Abbiamo dato vita ad un ricambio importante. C’è tanta Roma in giro, di quel gruppo: Mladen nella B romena, Diemè nella C1 francese, Montini e Frascatore a Benevento, Antei a Grosseto, Florenzi a Crotone. Aggiungiamo Caprari che è andato in un grande gruppo di lavoro come quello del Pescara. Più i ragazzi saliti con Luis Enrique. E due anni fa Stoian, Pettinari, Crescenzi…“. In prima squadra c’è un allenatore, Luis Enrique, che punta molto sui giovani della ‘cantera’ giallorossa: “«Intanto vorrei dire una cosa che può servire a sfatare forse un mito. Il rapporto con Luis Enrique e con il suo staff è stretto, diretto – ha sottolineato De Rossi –  Ma non ci siamo mai sentiti per parlare di cantera o di Barcellona. Hanno cominciato da subito a vedere come lavoravamo e ci hanno detto di andare avanti così, esprimendoci soddisfazione. Io ho uno scambio continuo, in particolare con uno dei suoi assistenti, Robert Moreno“.

Marco Decrestina