Roma Calcio » AS Roma News » Interviste Esclusive » Euro 2012, Fabregas: “Temo l’Italia, ad ogni scandalo la Nazionale vince”

Euro 2012, Fabregas: “Temo l’Italia, ad ogni scandalo la Nazionale vince”

Il giocatore: “Cosa temo di più? Pirlo e Cassano, sono loro che marcano ritmo e gioco”

Lo spagnolo Cesc Fabregas

EURO 2012 FABREGAS SCANDALO ITALIA / WEB – “Meglio partire subito con l’Italia perché sai che devi iniziare al massimo, concentrato, preparato. Resta uno dei più forti avversari che possiamo incontrare in questo Europeo, e in generale nel mondo“. Queste le parole dello spagnolo Cesc Fabregas ai microfoni de La Gazzetta dello Sport di oggi. “Due anni fa in Sudafrica c’era toccata la Svizzera, che con tutto il rispetto non è paragonabile a voi, e perdemmo – ha proseguito il giocatore – Per le nostre teste, meglio una grande Nazionale. Questo è il momento nel quale una squadra come l’Italia è più pericolosa, mentre noi corriamo il rischio di rilassarci pensando che possiate essere distratti da altri problemi. Il riferimento allo scandalo del calcioscommesse è chiaro: “Poi qui in Spagna si fa un gran parlare del fatto che ogni volta che in Italia scoppia uno scandalo nel calcio la Nazionale vince. Non è successo già ai Mondiali del 1982 e del 2006?”. Infine Fabregas parla delle tante individualità azzurre: “Avete ottimi giocatori. Penso a Pirlo, De Rossi, Montolivo, Cassano, gente di grandissima qualità, sarebbe negativo per loro se l’allenatore non dovesse cercare di farli giocare al meglio. Di Balotelli si possono dire tante cose ma resta un grande attaccante e Cassano quando sta bene fisicamente ed è mentalmente concentrato è un giocatore fantastico. Cosa temo di più? Pirlo e Cassano. Sono loro che marcano ritmo e gioco”.