Roma Calcio » AS Roma News » Rubrica – Aspettando Euro 2012: Irlanda

Rubrica – Aspettando Euro 2012: Irlanda

Nuovo appuntamento con l’approfondimento di Asromalive.it sulle 16 squadre che affronteranno la fase finale degli Europei

La nazionale Irlandese

RUBRICA ASPETTANDO EURO 2012 IRLANDA / ASROMALIVE – L’Irlanda torna protagonista di una fase finale degli Europei dopo ben 24 anni di assenza. L’unica partecipazione della nazionale Irlandese, infatti, è datata 1988 nell’edizione disputata in Germania. Sotto la guida di un emblema del calcio britannico come Charlton. Con quest’ultimo vissero il loro periodo migliore, un decennio di trasformazione per un movimento calcistico che fino alla prima metà degli anni ottanta viveva all’ombra delle nobili d’Oltremanica: Scozia e Inghilterra. L’apice fu raggiunto a Italia 90 dove si raggiunse lo storico traguardo della prima partecipazione a un mondiale; inglesi e olandesi nuovamente avversari nel girone più equilibrato della competizione e dal quale gli irlandesi uscirono a sorpresa imbattuti, finendo addirittura davanti agli Orange nella classifica finale.

I precedenti agli Europei. L’Europeo di Polonia e Ucraina sarà sicuramente una piazza per il riscatto della formazione Iralndese, infatti, nell’edizione precedente ci fu un’accesa discussione per una mano galeotta del francese Henry che segnò l’eliminazione ai playoff. Queste polemiche però si spensero solo qualche settimana più tardi, con la rassegnazione della stessa nazionale.

Il commissario tecnico. Se si vuole raccontare il calcio di questi ultimi anni non ci si può dimenticare di Giovanni Trapattoni. La sua personalità, le sue vittorie, il suo carattere. Orgoglio Italiano all’estero è seduto sulla panchina irlandese dal 2008 insieme a Marco Tardelli. Passata la rabbia per quanto avvenuto a Parigi con la Francia nel 2010, nelle qualificazioni europee ha chiuso dietro la Russia, rifacendosi ai playoff dove ebbe la meglio sull’Estonia.

La stella. Il giocatore più rappresentativo della Nazionale Irlandese Croata, non poteva che essere Robbie Keane, con le sue 114 presenze e 53 gol in nazionale rappresenta decisamente un jolly per il Trap. Ha giocato come trequartista in passato, per poi adattarsi con gli anni a una posizione da attaccante puro. Segna e sa segnare, un giocatore importante che ha il compito di trascinare al gol la sua nazionale e aspettare un suo futuro erede per il futuro.

La rosa ufficiale per Euro 2012:

Portieri: Shay Given (Aston Villa FC), Keiren Westwood (Sunderland AFC), David Forde (Millwall FC).

Difensori: John O’Shea (Sunderland AFC), Richard Dunne (Aston Villa FC), Stephen Ward (Wolverhampton Wanderers FC), Sean St Ledger (Leicester City FC), Darren O’Dea (Celtic FC), Stephen Kelly (Fulham FC), Paul McShane (Hull City AFC).

Centrocampisti: Glenn Whelan (Stoke City FC), Keith Andrews (West Bromwich Albion FC), Aiden McGeady (FC Spartak Moskva), Darron Gibson (Everton FC), Paul Green (unattached), Damien Duff (Fulham FC), Stephen Hunt (Wolverhampton Wanderers FC), James McClean (Sunderland AFC).

Attaccanti: Robbie Keane (LA Galaxy), Kevin Doyle (Wolverhampton Wanderers FC), Shane Long (West Bromwich Albion FC), Jonathan Walters (Stoke City FC), Simon Cox (West Bromwich Albion FC).

Riccardo Borgia