Roma Calcio » AS Roma News » Calcioscommesse, il punto della situazione: 13 società deferite e 44 tesserati

Calcioscommesse, il punto della situazione: 13 società deferite e 44 tesserati

Antonio Conte dovrà rispondere di omessa denuncia così come Pepe e Di Vaio. Deferiti Bonucci, Portanova e Masiello, invece, per illecito sportivo

Un'immagine emblematica della situazione del calcio in Italia

CALCIOSCOMMESSE PUNTO SITUAZIONE 13 SOCIETA’ DEFERITE 44 TESSERATI / ASROMALIVE.IT – Già questa mattina abbiamo dato la notizia del deferimento per omessa denuncia di Antonio Conte nell’ambito dell’inchiesta di Cremona sul calcioscommesse. L’allenatore juventino è stato chiamato a rispondere in relazione alla stagione 2010/2011, rispetto alle presunte combine nel periodo in cui era allenatore del Siena. Il tecnico verrà convocato dalla Commissione disciplinare di Roma il 2 Agosto prossimo. Come Conte, anche Simone Pepe e Marco Di Vaio dovranno rispondere di omessa denuncia. Leonardo Bonucci, Daniele Portanova e Andrea Masiello, invece, sono stati deferitiper illecito sportivo. In tutto, i deferimenti verso i tesserati sono stati 44.

Per quanto riguarda i club, rischiano grosso Lecce e Grossetto (che potrebbero anche rischiare la retrocessione) che Palazzi ha deferito per risponsabilità diretta. Cinque, invece, sono i club di Serie A che risponderanno di responsabilità oggettiva dei propri tesserati e sono: Siena, Torino, Sampdoria, Bologna e Udinese. Lo stesso provvedimento è stato preso anche per altre società: Ancona, Novara, Varese, Bari, Albinoleffe e Portogruaro.