Roma Calcio » AS Roma News » Interviste Esclusive » Toronto-Roma, Tutte le interviste

Toronto-Roma, Tutte le interviste

Per quanto possano valere le amichevoli estive, i giallorossi archiviano un’altra vittoria oltreoceano

Il Capitano contro il Toronto

Il Capitano contro il Toronto

TORONTO ROMA INTERVISTE / ASROMALIVE.IT – L’ora per molti proibitiva alla quale la Roma ha disputato la gara contro il Toronto ha impedito a chi non fosse in vacanza di godersi la partita e il post partita.

Per un’analisi del match clicca qui, di seguito le interviste rilasciate dei protagonisti:

GARCIA:

“Abbiamo fatto una buona partita. Non mi sono piaciuti i primi 20′, troppi errori tecnici nei passaggi. A livello difensivo l’inizio non è stato buono. Poi siamo migliorati. Quando è entrato Pjanic ha cambiato la gara. Quello che ha fatto l’anno scorso Miralem non mi interessa, il Pjanic che vedo io oggi è quello che ho conosciuto in Francia. L’importante adesso è che lui si senta bene in campo giocando con gli altri centrocampisti”.

Sulla tournèe: “E’ bello essere qui, perchè il nostro presidente è americano. Per ora il tour americano è stato molto positivo per noi,poi sabato abbiamo il Chelsea, un match molto importante”.

Jedvaj? “Sappiamo che ha molte qualità. E’ giovane, quello che è importante è la sua duttilità, può giocare centrale o a destra. Ha giocato una buona partita, ma come tutti i giovani deve migliorare alcuni punti”.

BRADLEY:

“Garcia vuole il movimento di tutti i centrocampisti, conquistare palla e impostare il gioco. Se uno si abbassa l’importante è che l’altro sia in movimento, questo per il nostro gioco è fondamentale”.

DODO’:

“Sono riuscito a correre, a mantenermi fisicamente bene fino alla fine. Se può essere la mia stagione? Spero di si, rispetto all’anno scorso ho fatto tutti gli allenamenti. Speriamo in una stagione diversa”.

Cosa può aggiungere Dodò alla Roma?

“Penso che posso aiutare molto nella costruzione delle giocate”

Sei migliorato molto nella fase difensiva

“E’ vero, ho capito un po’ meglio i meccanismi. Rudi mi parla sempre, mi spiega le cose con calma, capisco meglio. Anche tutti i ragazzi della difesa, Leandro, Nico, mi aiutano molto”.