Roma Calcio » AS Roma News » AS ROMA Orgoglio Roma, tra sfottò e la promessa dell’Abbagnato

AS ROMA Orgoglio Roma, tra sfottò e la promessa dell’Abbagnato

Federico Balzaretti

Federico Balzaretti

Il risveglio tanto sognato alla fine è arrivato. Dopo una serie di bocconi amari da mandare giù, la tifoseria della Roma è tornata ad esultare per il primato cittadino sulla Lazio. A fare da sottofondo musicale alla giornata dell’orgoglio giallorosso è soprattutto quel proverbio francese con cui Rudi Garcia ha commentato il 2-0 rifilato ai cugini biancocelesti: “Abbiamo rimesso la Chiesa al centro del villaggio”. Sin dal mattino le parole del tecnico sono state trasmesse in loop dall’etere radiofonico romanista finendo per inondare anche i social network: da Twitter a Facebook, passando per Instagram, i tifosi non hanno perso occasione per rilanciare quel messaggio di superiorità che mancava dal ko del 26 maggio nella finale di Coppa Italia.

Garcia, però, non è l’unico simbolo della rinascita romanista. Il volto in lacrime dell’uomo-derby Federico Balzaretti occupa l’altra faccia della medaglia giallorossa. E sua moglie Eleonora Abbagnato, etoile dell’Opera di Parigi, che sembra avere già un’idea in mente per la fine della stagione nel caso in cui la formazione giallorossa dovesse laurearsi campione d’Italia. “È una Roma chic, che merita festeggiamenti adeguati: per quel che mi riguarda certo non uno spogliarello come in passato: magari un balletto…” la promessa della grande ballerina, commossa dalle lacrime del marito dopo la rete del vantaggio: “Perchè l’ho visto piangere di felicità – spiega al telefono all’Ansa – dopo l’anno di sofferenza vissuto l’anno scorso. A Roma non erano contenti, quest’anno è partito bene e questo gol è diventato fondamentale per ritrovare fiducia”.

“Ora però non voglio rubare spazio a Federico, la prodezza l’ha fatta lui – conclude – Quanto a me, sabato torno a Roma e il giorno dopo sarò all’Olimpico a tifare (in programma c’è la partita col Bologna, ndr). E se dovesse arrivare lo scudetto lo festeggerò alla mia maniera…”. A passo di danza.

Fonte: Ansa