Roma Calcio » Primo Piano » As Roma, Winterling: “Il mercato indonesiano ci interessa. La Nike ci ha voluto fortemente da subito”

As Roma, Winterling: “Il mercato indonesiano ci interessa. La Nike ci ha voluto fortemente da subito”

Le parole del direttore commerciale giallorosso

Christoph Winterling

Christoph Winterling

WINTERLING/ASROMALIVE.IT – Le maglie della Roma dal prossimo anno saranno prodotte dal colosso Nike che affianchera’ il club giallorosso per un decennio. ”Siamo felici di aver chiuso questo accordo che parte dal 2014. Lo sponsor tecnico e’ fondamentale, perche’ strategico– ricorda il direttore commerciale del club giallorosso, Christoph Winterling -. La Nike porta in tutto il mondo non solo la maglia della Roma, ma anche altri prodotti con il marchio Roma. Da’ visibilita’ al main sponsor, e’ un marchio globale. La Nike ci ha voluto fortemente sin dall’inizio e ci ha inserito in un portafoglio globale che condividono con pochi club. Per il potenziale che vedono nella Roma, per il nome di Roma, per il nuovo stadio, per la proprieta’ americana, per la visione globale che condividiamo”.

La Roma, d’altronde, si aspetta di crescere in maniera importante nei prossimi anni in campo e fuori, nonostante i problemi del sistema pallone. ”Il calcio italiano e’ in una situazione critica, ma ha sempre grande potenzialita’. Non e’ vero che manca l’appeal, e’ un prodotto globale, ma e’ svantaggiato anche per un discorso di strutture – fa notare Winterling – Questo non riguarda solo la Roma, se non facciamo il salto di qualita’ non possiamo competere. In Inghilterra il 30% degli sponsor sono asiatici. Dobbiamo fare sistema”. E proprio per questioni commerciali la Roma sembra interessata soprattutto al mercato indonesiano. ”La Roma li’ e’ molto seguita, sia su Facebook, sia su Twitter, cosi’ come in tv. Lo stesso Totti da quelle parti e’ molto popolare – afferma il dirigente tedesco – Stiamo valutando in quali mercati entrare e crescere, chiaramente quello in Indonesia puo’ essere un mercato che ci interessa”.

Fonte: Ansa