Roma Calcio » AS Roma News » SAMPDORIA-ROMA Le pagelle dei giallorossi

SAMPDORIA-ROMA Le pagelle dei giallorossi

La gioia di Benatia

La gioia di Benatia

Quinta vittoria consecutiva per la Roma, che con l’ennesimo secondo tempo da top-team continua la sua marcia a punteggio pieno battendo la Sampdoria dopo una gara dura e ostica. Ecco i voti per i calciatori giallorossi scesi in campo stasera a Marassi:

DE SANCTIS 7 – La parata nel primo tempo su Gabbiadini vale come un gol; sempre sicuro nelle prese alte.

MAICON 6 – Partita ordinaria sino all’infortunio. Dal 35′ DODO’ 6 – Non sbaglia nulla in fase difensiva ma non dà grossi apporti in avanti.

BENATIA 8 – Leader assoluto della difesa, riesce almeno in una cinquantina di anticipi vincenti. Se poi si mette a fare gol come quello dell’1-0…

CASTAN 7 – Solido e mai impreciso, Gabbiadini gira al largo grazie alla sua pressione.

BALZARETTI 6,5 – Buon momento per l’ex palermitano, più sicuro e concreto del solito.

PJANIC 6,5 – Molto del gioco giallorosso passa dai suoi piedi, deve migliorare nella lucidità di manovra.

DE ROSSI 6,5 – Prova non esaltante, ma convince da difensore aggiunto sugli attacchi doriani.

STROOTMAN 6 – Tatticamente utile e preciso, ma sbaglia più del previsto nel giro palla.

MARQUINHO 5 – Schierato in un ruolo che non gli si addice, si intravede più nelle proteste verso l’arbitro che nelle azioni vere e proprie. Dal 62′ TOTTI 7 – Tocca quattro-cinque palloni in tutto il match ma riesce ad essere decisivo.

BORRIELLO 6 – Ci mette volontà e sacrificio, ma il suo peso offensivo è quasi nullo. Dal 84′ FLORENZI SV

GERVINHO 7 – In un primo tempo avaro di emozioni è il più convincente nel tridente offensivo. I suoi movimenti negli spazi sono fondamentali, stavolta impreziositi anche dal timbro decisivo del 2-0.

GARCIA 7 – Forse la Roma meno brillante, un pò stanca e meno rapida nel far girare il pallone, ma se riesce a vincere anche oggi, contro una Samp affamata, con Maicon infortunato e Totti a mezzo servizio, vuol dire che ha costruito un giocattolo quasi perfetto.

Keivan Karimi