Roma Calcio » AS Roma News » ROMA-NAPOLI Di Carlo: “Partita importantissima. Il risultato è aperto ad ogni possibilità”

ROMA-NAPOLI Di Carlo: “Partita importantissima. Il risultato è aperto ad ogni possibilità”

Roma-Napoli

Roma-Napoli

Antonio Di Carlo, ex centrocampista della Roma dagli anni ’84 all’87, ha espresso un suo giudizio sul big match di questa sera. Queste le sue parole:

Cosa ti aspetti da questa partita? 

“Oggi sarà una partita importantissima, a cui però sei arrivato con la consapevolezza della forza che hai. Il Napoli secondo me resta una squadra fortissima, e quindi è ovvio che il risultato è aperto ad ogni  possibilità. Probabilmente la partita potrebbe anche sbloccarsi con un episodio, che poi ne condizionerà inevitabilmente il seguito. Ma il risultato conta fino a un certo punto, l’importante è essere tornati dopo due anni a giocare partite decisive”.

Cosa ne pensi dei dubbi di formazione di questa Roma?

“Io, se possibile, confermerei al 100% gli 11 di Milano, con il rientro di Maicon, ovviamente. C’è stata la sosta e molti hanno avuto la possibilità di recuperare, poi va detto che Gervinho sta vivendo un periodo di forma straordinario, e prima di farlo accomodare in panchina aspetterei due o tre partite in cui mostra di essere in difficoltà”.

Benitez si presenterà a Roma con una squadra molto offensiva, dimostrando così il suo coraggio. 

“Questo è vero, ma tranne Higuain gli altri non sono tutti attaccanti puri; Callejon e Insigne rientrano molto, Hamsik è più un centrocampista che una punta. Un po’ come la Roma, anche noi giochiamo il 4-3-3, ma non con tre attaccanti di ruolo. Ormai il calcio è cambiato, e gli attaccanti sono quasi dei centrocampisti offensivi che aiutano anche la squadra in momenti difficili”.

Chi potrebbe essere questa sera il giocatore decisivo?

“Io mi gioco il gol di Castan, perchè dei titolari è l’unico che non ha ancora mai segnato”.

Quanto è importante Pjanic nel ruolo che ha trovato in questa squadra?

“Ad essere onesto non credevo che potesse giocare così bene, perchè lo vedevo anche molto discontinuo; ora invece sono contento di dovermi ricredere. Penso tuttavia che ad essere veramente importante lì in mezzo sia comunque Strootman, è veramente una sicurezza a centrocampo: una diga”.

Fonte: ASRomaRadio.it