Pescara, Romagnoli: “Devo molto a Zeman, porta sempre avanti il suo credo calcistico”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:00

La Gazzetta dello Sport ha intervistato il giovane difensore abruzzese pupillo del neo tecnico giallorosso Zeman

Simone Romagnoli in prestito al Pescara

PESCARA ROMAGNOLI ZEMAN / WEB – La Gazzetta dello Sport ha raccolto in esclusiva le dichiarazioni di Simone Romagnoli, difensore di grande talento che ha giocato a Pescara nell’ultima stagione. Il giovane classe 1990 è di proprietà del Milan, anche se cresciuto nella squadra della sua città, la Cremonese. E’ un vero e proprio pupillo di mister Zeman, che lo ha voluto con sè in Abruzzo dopo l’esperienza insieme a Foggia del 2011: “Il mister mi telefonò l’estate scorsa, quando passò al Pescara e mi disse che mi voleva con lui di nuovo. Gli devo molto. Porta avanti il suo credo sul campo ogni giorno e poi i risultati si vedono“. Romagnoli ricorda inoltre un episodio in particolare nella gestione del boemo che rappresenta un esempio perfetto della sua sagacia e forza: “Sicuramente quella detta alla vigilia della trasferta di Padova. Arrivavamo da quattro sconfitte consecutive. Disse: ‘Zemanlandia è finita? Mò ve lo faccio vedere io…’. Abbiamo vinto 6-0 a Padova e tutte le altre 6 di fila che mancavano alla fine del campionato“.