As Roma, Carlo Verdone parla del nuovo tecnico Zeman

Il famoso attore tifoso per eccellenza racconta la sua Roma

Verdone sulla Roma

AS ROMA VERDONE INTERVISTA / WEB – Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, Verdone ha parlato anche della Roma e del ritorno di Zdenek Zeman. Ecco i passaggi più significativi:

«Io voglio solo divertirmi, come quando andavo all’Olimpico con mio figlio. Questo e nient’altro voglio, è chiaro?».

Che intende, signor Verdone?
«Con Zeman la mia Roma non deve vincere lo scudetto. Mi basta che la gente vada allo stadio e torni felice. Senza annoiarsi».

Insomma, con il ritorno del maestro è tutto rosa e fiori?
«Lo dicevo due anni fa, quando ancora non aveva fatto l’exploit di Pescara e in tanti se l’erano dimenticato. Noi abbiamo sempre avuto bisogno di Zeman, anche da un punto di vista atletico: il boemo lo puoi odiare, ma tutti corrono con lui. A fine stagione sono a pezzi, ma hanno corso fino all’ultima partita. Non come quest’anno».

Insomma, niente da salvare con Luis Enrique?
«Niente: una noia mortale con quel gioco in orizzontale, quei passaggi senza soluzione. Che senso ha fare settanta tocchi in mezzo al campo? Alla fine mi è passata la voglia di andare allo stadio anche per colpa di giocatori senz’anima. Adesso vedremo davvero quanto valgono Lamela, Bojan, Marquinho».