Roma, la nascita del club Tevere Remo con le dichiarazioni di Andreazzoli

La cronaca dell’evento che ha sancito la nascita del Roma Club Tevere Remo. Tanti i giallorossi presenti

Logo

ROMA NASCITA CLUB TEVERE REMO DICHIARAZIONI ANDREAZZOLI / ASROMALIVE.IT – Questa sera è nato il Roma Club Tevere Remo, che ha riunito insieme i soci del Reale Circolo Canottieri Tevere Remo, quello più antico della capitale. Tanti gli esponenti della società, dalla dirigenza ai giocatori: il CEO Italo Zanzi;  il consigliere Tonino Tempestilli; il responsabile del marketing Christoph Winterling; il tecnico Aurelio AndreazzoliErik Lamela, Panagiotis Tachtsidis e Mauro Goicoechea. Erano presenti anche alcuni ex della Roma: Max Tonetto, Marco Delvecchio e Vincent Candela.

Al suo arrivo, Aurelio Andreazzoli ha rilasciato alcune dichiarazioni ai cronisti:

Palermo-Roma: partita importante per il campionato, la classifica e per il suo futuro
“Per il campionato e la classifica si, per il mio futuro no che è roseo”

Alla Roma?
“Ho tre anni di contratto, è risaputo da tutti, non è una novità”.

Se lei centrasse gli obiettivi…
(Il mister interrompe il cronista, n.d.r.)“A queste domande non rispondo, l’ho già detto nell’ultima conferenza stampa”.

Pjanic, Marquinhos, Destro: chi è il più recuperabile per Palermo?
Pjanic credo che possa essere della partita”

E Osvaldo?
“Sta benissimo e si è allenato con tutti i suoi compagni. Ora vediamo, conosciamo anche il Palermo e vediamo che necessità abbiamo”.

Totti in Nazionale?
“Lo dovete chiedere a Prandelli che si è già espresso mi pare. Stiamo comunque parlando di una cosa da qui ad un anno e mezzo e mi sembra prematuro”.

Ma se la meriterebbe?
“Da qui ad un anno e mezzo le situazioni possono cambiare, speriamo di no. Io credo che possa migliorare ulteriormente”.