Primavera, si prepara il derby di mercoledì durante la pausa

A tre partite dalla fine, bisogna centrare la qualificazione diretta alle finali

Alberto De Rossi
Alberto De Rossi

PRIMAVERA DERBY / ASROMALIVE.IT – Due ore di allenamento oggi, altrettante lunedì di Pasquetta, in mezzo una domenica di riposo per le gambe ma non per la testa, ché quella sarà difficile distoglierla dall’appuntamento di mercoledì. Altro che vacanze di Pasqua e gite fuori porta: per la Primavera il weekend è di quelli da impazzire, con il campionato fermo e la Serie A che si gioca oggi, ai ragazzi di Alberto De Rossi resta tutto il tempo per pensare alla sfida con la Lazio in programma mercoledì prossimo a Trigoria. Una partita fondamentale non soltanto in termini di supremazia cittadina (da ristabilire, visto che l’andata a Formello è finita in parità), quanto soprattutto in chiave classifica.

Un successo porterebbe i giallorossi a un solo punto dalla squadra di Bollini, attualmente seconda (ma la capolista Catania ha una partita in più), con tre giornate ancora per tentare il sorpasso. L’operazione qualificazione diretta alle finali è di quelle difficili perché la Roma ha davanti quattro squadre e per andare in Romagna senza passare per i playoff bisogna scavalcarne almeno due, al momento Napoli e Palermo, avversario nello scontro diretto che chiuderà la regular season. Intanto però c’è da vincere un derby che, per ammissione dello stesso Alberto De Rossi, «è una tappa fondamentale». La Roma ci arriva dopo due settimane di allenamenti serrati, utili per recuperare gli acciaccati a cominciare da Matteo Ricci e mettere a punto nei minimi dettagli «una partita che non possiamo permetterci di sbagliare».

Unico assente sicuro sarà il centrale Mattia Rosato, alle prese con l’infortunio alla caviglia rimediato ormai quasi un mese fa e che lo costringerà a stare fuori ancora per un po’. Ieri è tornato ad allenarsi al Bernardini anche Arturo Calabresi, rientrato insieme al compagno di reparto Elio Capradossi dalla trionfale spezione in Olanda per gli Europei Under 17, in cui l’Italia di Evani si è conquistata con un turno d’anticipo la qualificazione alla fase finale in Slovacchia. Toccherà a lui affiancare capitan Carboni nel duello contro Rozzi (anche lui non al meglio, ma difficilmente salterà il derby) e soprattutto Keita, l’ex Barcellona che negli ultimi mesi ha fatto le fortune della squadra di Bollini. Il turno infrasettimanale con la Lazio è la prima delle quattro gare che da qui al 21 aprile chiuderanno la fase a gironi del campionato.

La domenica seguente i giallorossi sono attesi in trasferta sul campo del Pescara (si gioca alle 11 e la partita sarà trasmessa su Sportitalia), quindi il turno casalingo contro il Lanciano e la chiusura da brividi sul campo del Palermo. La Roma delle ultime settimane si è dimostrata una squadra in salute: «Per un finale come quello che ci aspetta, dovremo cercare di esprimerci al massimo delle nostre possibilità in tutte le partite», la raccomandazione di De Rossi. A cominciare proprio dal derby, ma tanto la testa di tutti è già lì.

 «Si, è vero, in questo momento siamo molto concentrati sulla classifica. Mettiamo da parte che si gioca il derby, una partita che valutiamo sempre con serenità. Stavolta però ci vuole ancor più serenità. La concentrazione deve essere rivolta ai numeri. Mancano poche partite. Dobbiamo provare l’aggancio alle prime della classe, senza dimenticare che il derby serve per verificare come abbiamo lavorato sul territorio» 

Si andrà avanti con il collaudato 4-2-3-1 con il ruolo di unica punta affidato a Ferrante, dietro il trittico delle meraviglie con Federico Ricci, Frediani e Bumba. Questo il pensiero di De Rossi sugli avversari: «La Lazio è una buona squadra, molto forte, che mette in campo una bella dose di muscoli, in più hanno inserito a gennaio alcuni giocatori di valore. E un passo avanti l’hanno fatto. Sono in testa, ma li conosciamo bene, a fondo. Ma anche la mia squadra è forte, i ragazzi stanno andando oltre l’immaginabile per come giocano e per la voglia che mettono in campo. I tanti pareggi? Sono normali quando si affrontano due club che puntano tanto sul settore giovanile».

TUTTA LA TUA VITA E’ GIALLOROSSA? ALLORA VISITA IL NOSTRO CANALE YOUTUBE DOVE TROVERAI VIDEO, AMARCORD, HIGHLIGHTS E TUTTO SUL PIANETA A.S. ROMA!!!!  CLICCA QUISE INVECE VUOI ARRICCHIRE LA TUA COLLEZIONE DI FOTO O VIDEO SULL’AS ROMA CLICCA QUI