Derby, le risposte di Cento, Storace, Dionisi e Rocca alle proposte del Prefetto Pecoraro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:23

Molti politici hanno espresso le proprie opinioni sulle dichiarazioni del Prefetto di giocare di pomeriggio o addirittura a porte chiuse

Un'immagine delle tifoserie di Lazio e Roma a confronto
Un’immagine delle tifoserie di Lazio e Roma a confronto

DERBY RISPOSTE CENTO STORACE DIONISI ROCCA PROPOSTE PREFETTO PECORARO / ASROMALIVE.IT – Ormai da giorni si sta parlando dei disordini avvenuti prima del derby di lunedì sera. Il Prefetto di Roma, Gianluca Pecoraro, ha prima proposto di spostare le prossime stracittadine al pomeriggio poi ha affermato che, qualora le cose non dovessero migliorare, si potrebbe ricorrere anche a misure più drastiche come giocare a porte chiuse. Molti sono stati i pareri in merito, soprattutto dal mondo politico. Eccone alcune, riportate dall’Adnkronos:

Paolo Cento, presidente del Roma Club Montecitorio: “Quanto è accaduto è la dimostrazione che le ‘zone rosse’ non risolvono i problemi, a maggior ragione perché gli incidenti sono avvenuti di pomeriggio e con la luce del sole. Chiudere l’Olimpico sarebbe la cosa più sbagliata, non si può pensare che a Roma non si possa organizzare una partita di calcio, servono forme di prevenzione e controllo più efficaci, le forze dell’ordine si attrezzino per evitare che accadano episodi del genere, che, poi, francamente, mi sembra che quando accadono a Roma vengano eccessivamente enfatizzati“.

Francesco Storace, segretario di La Destra: “Vorrei sempre stadi pieni e pacifici, se la cosa pare diventata impossibile in questa città, vuol dire che forse la Polizia fa male il proprio mestiere“.

Armando Dionisi, presidente del Lazio Club Montecitorio: “Le parole del prefetto mi sembrano di buon senso, di giorno c’è un maggior controllo dell’ordine pubblico. Capisco le esigenze delle televisioni, che spingono a giocare di sera, però, la priorità è garantire l’ordine pubblico. Porte chiuse? Spero proprio di no, il derby è bello, soprattutto se c’è il pubblico“.

Federico Rocca, consigliere di Roma Capitale: “Il derby è un evento che viene vissuto con passione, entusiamo e trepidazione da centinaia di migliaia di tifosi romani e laziali, pertanto è assurdo che per colpa di una minoranza si penalizzino i tanti sportivi che vogliono andare allo stadio. Io sono per il derby di domenica alle ore 15, ha anche un sapore di altri tempi, oggi tra anticipi e posticipi non si sa più quando si gioca. È sempre stata una partita a rischio, per questo occorrono più prevenzione e più controlli e soprattutto dovremmo smetterla di giocare le partite di sera per scelte della Lega o per mere questioni di diritti tv. Certo spiace che molte persone, per paura di incidenti, non vadano più al derby, perchè la stracittadina dovrebbe essere vissuta in modo diverso. Coreografie, cori, striscioni, sfottò: è una partita di calcio, per quanto importante e unica, ma è pur sempre uno sport e non possiamo ricondurlo sempre a un problema di pubblica sicurezza. Credo che le tifoserie, le società, gli organi di polizia e le istituzioni debbano dar vita ad un tavolo di concertazione e confronto sulle modalità di gestione del derby. Sarebbe un esperimento unico e che potrebbe risolvere tanti problemi”.

Tutta la tua vita è giallorossa? Allora visita il nostro canale Youtube dove troverai video, amarcord, highlights e tutto sul pianeta A.S.Roma!! Oppure clicca qui!! Se invece vuoi arricchire la tua collezione di foto o video sull’A.S.Roma, clicca qui!!!