FIGC, Abete: “Arbitri? Ieri hanno sbagliato, ma ci sono state anche prestazioni eccellenti”

Dichiarazioni sugli arbitri e la situazione stadi

Giancarlo Abete
Giancarlo Abete

FIGC DICHIARAZIONI / ASROMALIVE.IT – Giancarlo Abete, ai microfoni di radio Anch’Io lo Sport, ha parlato innanzitutto della prestazione degli arbitri nella giornata appena trascorsa. Inoltre, si è soffermato sulla legge stadi e sulla richiesta del terzo extracomunitario. Infine ha chiuso con un ringraziamento a Giorgio Napolitano. Queste le sue dichiarazioni:

SULL’OPERATO ARBITRALE – “La delusione dettata da alcune decisioni da parte dei club, può portare a momenti in cui gli errori arbitrali non vengono più accettati. Purtroppo anche gli arbitri possono sbagliare non dobbiamo dimenticarlo. Hanno sbagliato anche ieri ma ci sono state anche prestazioni eccellenti. Dobbiamo ricordare che il calcio ha una dimensione di fallibilità che vale per tutti. Certo, dobbiamo migliorare ma dobbiamo ricordare che ci vuole un contributo diverso anche dagli attori protagonisti. Tutti i componenti del nostro mondo devono migliorare senza la necessità di inseguire la chimera di una realtà troppo scientifica”.

SUGLI STADI DI PROPRIETA’ – Gli stadi sono la priorità, anche per una questione di immagine. Da cittadini tutti ci rendiamo conto che attraverso gli stadi si manifesta tutto il gap con gli altri paesi. La differenza la fanno la cultura dello sport e gli impianti sportivi nei quali si gioca tutto il resto è migliorabile con il tempo, gli stadi invece vanno rifatti e basta.

SULLE RIFORME DEL CALCIO – “Servono ma vanno fatte con serenità. Inghilterra Spagna hanno 20 squadrecome noi, non si può pensare sia il ritorno a 18 squadre che cambi tutto. Dal 2014 ci saranno solo 102 squadreprofessionistiche in Italia, erano 25 anni che non si faceva una riduzione così importante. A livello di competitività internazionale questo non cambia nulla, non sono le squadre di Lega Pro ad influire sul ranking, non è logico accostare questi problemi al fatto che Barcellona e Real Madrid siano più forti delle squadre italiane”.

SULLA RICHIESTA PER IL TERZO EXTRACOMUNITARIO AVANZATA DALLA LEGA – E’ mio dovere ascoltare tutte le richieste che vanno valutate, voglio ricordare che nel 2012/2013 solo 3 dei 6 club impegnati in Europa hanno usufruito del doppio extracomunitario. Non è certo il terzo extracomunitario che fa la differenza a livello di competitività internazionale”.

SUL PRESIDENTE NAPOLITANO – “Voglio ringraziare il presidente Napolitano per aver accompagnato i momenti importanti della vita calcistica del paese, lo ha fatto nel 2006 quando abbiamo vinto il Campionato del Mondo e nel 2012 con il secondo posto agli EuropeiNapolitano ha testimoniato di aver capito i valori della gran parte del mondo del calcio, al di là di alcuni momenti tristi come calciopoli e scommessopoli”.

TUTTA LA TUA VITA E’ GIALLOROSSA? ALLORA VISITA IL NOSTRO CANALE YOUTUBE DOVE TROVERAI VIDEO, AMARCORDS, HIGHLIGHTS E TUTTO SUL PIANETA A.S. ROMA!!!!  CLICCA QUI. SE INVECE VUOI ARRICCHIRE LA TUA COLLEZIONE DI FOTO O VIDEO SULL’AS ROMA CLICCA QUI