Torino-Roma, L’abbraccio al “bad boy” spegne il caso

Tutti auspicano che il gol di ieri abbia sbloccato qualcosa nei piedi e nella testa dell’attaccante

Pablo Daniel Osvaldo mentre festeggia il gol con i compagni
Pablo Daniel Osvaldo mentre festeggia il gol con i compagni

TORINO ROMA OSVALDO / ASROMALIVE.IT – A Roma, si sa, basta poco per fluttuare dalle stelle alle stalle e viceversa. Se fino all’altro ieri Pablo Daniel Osvaldo era stato assunto a simbolo dello scarso attaccamento alla maglia, dell’indisciplina, della non professionalità tanto da aver preferito un week end a Londra con la fidanzata a esser presente al derby, è bastato il gol di ieri contro il Torino affinchè i violini mediatici tornassero a suonare per lui.

Sfogliando questa mattina sfoglia le pagine di un qualunque giornale, ci si potrebbe meravigliare di quanto con un solo gol gli sia stato “condonato”. Si prende a titolo esemplificativo, l’articolo di oggi apparso sulla Gazzetta che così commenta la sua rete: “Di sicuro è schietto, come la sua felicità per due evidenti motivi: l’aver riavuto un posto da titolare dopo quaranta giorni e, soprattutto, l’aver ritrovato il gol che gli mancava dal 27 gennaio. L’abbraccio collettivo, poi, è stato bello. Soprattutto quello di Burdisso, con cui in settimana aveva avuto uno screzio. Il modo migliore, forse, per metabolizzare l’assenza di mercoledì in Coppa Italia, causa squalifica, quando dovrà lasciare il posto a Destro“.

Un abbraccio, per quanto bello, commovente, sentito, non è un po’ poco per tutto quello che l’argentino deve farsi perdonare?

Tutta la tua vita è giallorossa? Allora visita il nostro canale Youtube dove troverai video, amarcord, highlights e tutto sul pianeta A.S.Roma!! Oppure clicca qui!! Se invece vuoi arricchire la tua collezione di foto o video sull’A.S.Roma, clicca qui!!!