Tennis, superfinale a Roma: sarà Federer-Nadal

Lo svizzero batte Paire, Nadal domina come al solito. Errani-Vinci in finale di doppio

Ennesimo scontro tra i due titani
Ennesimo scontro tra i due titani

TENNIS ROMA/ASROMALIVE.IT – Questa volta nessun patema d’animo. Dopo il pericolo scampato con Gulbis e la maratona con Ferrer, Rafa Nadal non resta ulteriore tempo in campo e con un 6-2, 6-4 di perentoria superiorità regola in semifinale Tomas Berdych, centrando la sua ottava finale agli Internazionali d’Italia. Il primo set è pratica ingiocabile. Nadal concede un solo quindici in tutti i suoi turni di battuta e, nonostante Berdych serva il 70% di prime in campo, approfitta per passare in ogni dove. Insomma, in mezz’ora Nadal mette le cose in chiaro e per Berdych, a quel punto, c’è già poco da fare.

Il ceco ha però il merito, nel secondo set, di fare almeno un tentativo. La soluzione, contro un Nadal del genere, è solo quella di alzare ulteriormente il rendimento del servizio: e nei primi 3 game in battuta arrivano 5 aces. Nadal, poi, concede anche un palla break grazie al gratuito – la prima ed unica della partita – ma è bravissimo a rimediare all’errore. Si arriva dunque in maniera piuttosto rapida fino al 4-4 e lì, chirurgico, arriva il break di Nadal: un recupero straordinario dopo un gran servizio di Berdych, due vincenti, e il break a zero è presto fatto. Chiudere al servizio, poi, è poco più di una formalità. Insomma, come detto, Nadal impone ancora una volta la sua superiorità su una superficie dove per gli altri, stop o meno, continua ad esserci ben poco da fare.

Sette anni dopo, nonostante l’età e la conseguente gestione del calendario, rieccoli. O meglio, rieccolo. E’ ancora una volta infatti Roger Federer il personaggio. Per accedere in finale, però, Federer ha dovuto faticare più del previsto. Chi pensava infatti che Benoit Paire fosse poco più di una formalità sulla strada all’ultimo atto di domenica, anche stasera ha dovuto ricredersi. Il francese ha dimostrato stasera di aver definitivamente fatto il salto verso posizioni più nobili del tennis e Roger Federer, per mandarlo ko, ha dovuto usare tutta la sua malizia (e la sua pazienza). Paire è stato infatti autore di un grande primo set, non dando a Federer ritmo e possibilità di gestire gli scambi e affidandosi ad un’ottima prima di servizio. Ecco perché lo svizzero ha rischiato. Specialmente quando Paire è andato avanti di un break – 4-3 – e più volte di mini-break dentro il tie-break. I momenti chiave però sono stati quelli decisivi: Federer è stato infatti in grado di rientrare (sfruttando anche qualche imprecisione dell’avversario) e di chiudere con la consueta precisione chirurgica i quindici pesanti e di chiudere così per 7-6. Con la sicurezza di un set già messo in cascina, il secondo è stato un parziale decisamente più tranquillo per il fenomeno di Basilea. Paire infatti, perso il primo, ha avuto il più classico dei passaggi a vuoto nel terzo game, quando avanti 40-15 ha prima infilato due gratuiti e poi due doppi falli. Federer, trovato il break, ha a quel punto gestito i suoi turni di servizio con grande tranquillità, non permettendo al francese di arrivare a palla break e chiudendo in meno di un’ora e mezza per 6-4.

Sette anni dopo Roma ritrova LA sfida. Roger Federer contro Rafa Nadal. Per lo spagnolo, un habituè, l’ottava finale al Foro Italico; per lo svivvero, un po’ meno avezzo alla terra rossa – a causa proprio di Nadal, naturalmente -, un ritorno dopo 7 anni. L’ultima volta fu proprio infatti quella mitica finale del 2006.

La seconda semifinale della giornata, dopo quella in cui è stata sconfitta dalla Azarenka, a Roma sorride a Sara Errani che in coppia con Roberta Vinci accede alla finale del doppio agli Internazionali di Roma. Nulla da fare per la coppia formata da Alexandrovna Kudryavtseva e Anastasija Rodionova che cede in due set 6-2, 6-1 in 55 minuti contro le due azzurre che domani difenderanno il titolo conquistato lo scorso anno al “Foro Italico”. In finale le italiane se la vedranno con le cinesi di Taipei Su-Wei Hsieh e Shuai Peng, vincitrici nel 2011, che hanno battuto a sorpresa per 6-2, 6-1 la russa Nadia Petrova e la slovena Katarina Srebotnik.

Tutta la tua vita è giallorossa? Allora visita il nostro canale Youtube dove troverai video, amarcord, highlights e tutto sul pianeta A.S.Roma!! Oppure clicca qui!! Se invece vuoi arricchire la tua collezione di foto o video sull’A.S.Roma, clicca qui!!!