Derby Coppa Italia, Santarini: “Bisogna pensare che sarà una partita come tutte le altre”

Le dichiarazioni dell’ex difensore giallorosso, che fu anche capitano della squadra dal 1976 al 1981

L'ex difensore della Roma Sergio Santarini
L’ex difensore della Roma Sergio Santarini

DERBY COPPA ITALIA SANTARINI DICHIARAZIONI / ASROMALIVE.IT – Sergio Santarini di derby ne ha vissuti molti: è stato alla Roma per ben 13 anni, dal 1968 al 1981. Inoltre ha alzato la Coppa Italia per ben tre volte: nella stagione 1968/1969, 1979/1980 e 1980/1981. Attraverso il proprio sito ufficiale, l’A.S.Roma ha riportato una sua intervista:

Come fu la prima Coppa?
«Un successo meritato, conquistato dopo una lunga serie di partite. Giocavamo un buon calcio con Herrera in panchina, Peirò, Capello e altri campioni in campo. Bella, ma la vera svolta della Roma, a mio avviso, fu un’altra».

Quale?
«Quando arrivò Liedholm e cominciammo a giocare a zona. All’inizio ci fu molto scetticismo intorno a questa scelta, si disse che io e Turone non eravamo adatti per questo sistema, ma non era così».

Vero, all’inizio le critiche al “Barone” furono feroci.
«Sì, ma non si fece condizionare: ebbe la forza di continuare e di portare avanti un’idea di progresso. Fu un bene non solo per la Roma, ma per tutto il calcio italiano».

Non a caso, la nuova filosofia portò presto i risultati sperati.
«Le due affermazioni in Coppa Italia, nell’80 e nell’81, diedero la convinzione a noi e al resto d’Italia che si poteva vincere anche praticando un calcio diverso. Se la Roma ha poi conquistato lo scudetto e ha avuto altre soddisfazioni, è perché cominciò tutto da lì».

Che tipo era Liedholm?
«Se uno non l’ha avuto come allenatore, si è perso qualcosa. Era semplicemente unico».

Tornando alle coppe vinte, Santarini contribuì con 2 rigori trasformati nelle ultime 2 edizioni da lei disputate e vinte.
«Esatto, in quei momenti l’importante è rimanere lucidi e mantenere la giusta concentrazione. Come dovrà fare la Roma domenica sera. Guai a farsi prendere dal nervosismo».

È il suo consiglio da ex capitano?
«È semplicemente quello che insegna l’esperienza maturata in tanti anni ad alti livelli. Bisogna pensare che sarà una partita come le altre, altrimenti si va in confusione e si rischia di perdere».

Tutta la tua vita è giallorossa? Allora visita il nostro canale Youtube dove troverai video, amarcord, highlights e tutto sul pianeta A.S.Roma!! Oppure clicca qui!! Se invece vuoi arricchire la tua collezione di foto o video sull’A.S.Roma, clicca qui!!!