Mercato Roma, scambio De Rossi-Verratti con il Psg: si può

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:53

L’Under 21 è scontento a Parigi

Il centrocampista del Psg Marco Verratti (Getty Images)

VERRATTI/ASROMALIVE.IT – Quattro giorni fa, De Rossi e il d.s. Sabatini si sono confrontati su esigenze e programmi futuri, raggiungendo un’intesa: se arriverà un’offerta e se entrambi la riterranno soddisfacente, si separeranno consensualmente. Da Madrid tutto tace, mentre da Londra ieri dovrebbe essere arrivato un segnale incoraggiante. La Roma ha tutto l’interesse che pure il Chelsea scenda in campo. Col Psg, però, nella trattativa potrebbe inserito Verratti. Prenotato Cavani, Leonardo ha dato appuntamento alla Roma per l’inizio della settimana prossima, al termine di un weekend di relax a Capri.

Il Psg vuole De Rossi e chiederà informazioni anche su Lamela e Marquinhos, Sabatini è pronto a discutere almeno per il primo. E in cambio prenderebbe volentieri Verratti, un colpo utile a Garcia e buono per calmare l’inevitabile malumore che l’addio di De Rossi scatenerebbe nella piazza. I due club hanno già parlato dei due centrocampisti azzurri lo scorso inverno. «De Rossi lo prendiamo sicuro, ci vuole solo un po’ di tempo» si è lasciato sfuggire al telefono Jean Claude Blanc, il dg del club parigino in macchina con Leonardo giovedì. Il Psg, finora, ha fatto sapere di essere disposto a spendere una decina di milioni per De Rossi. La Roma parte da una richiesta di 20 e chiuderebbe a 15, con un risparmio di uno stipendio da 33 milioni per i prossimi tre anni.

L’inserimento di Verratti nell’affare può azzerare il «cash» e far tutti felici e contenti. Compreso l’ex allievo di Zeman, che Sabatini voleva portare a Trigoria salvo poi fidarsi del boemo e prendere Tachtsidis. Verratti è scontento a Parigi, come molti suoi compagni. Guadagna 1 milione netto e il suo agente chiederà un sostanzioso aumento a Leonardo nei prossimi giorni.

De Rossi? La sua preferenza l’ha già espressa: Londra (sponda Chelsea) al primo posto, Madrid al secondo. A Parigi c’è stato di recente in vacanza e si è fatto pure una chiacchierata con l’entourage del Psg. La prospettiva di giocare un campionato di secondo piano però non lo attrae, così come la figura di Blanc in panchina, certamente meno attraente rispetto a Mourinho o Ancelotti. E poi c’è il problema di sempre: De Rossi non vuole passare come «fuggitivo» e chiede alla Roma di assumersi la responsabilità della sua cessione. Quindi al momento preferisce rimanere uno spettatore delle trattative, augurandosi in cuor suo che la mossa del Psg stani il Chelsea. Altrimenti è disposto a ricominciare con la Roma.