JUVENTUS-ROMA Garcia: “Abbiamo controllato la gara, noi puntiamo all’Europa”, De Sanctis: “La Juve è aiutata dal sistema”(AUDIO E VIDEO)

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:50

conferenza garcia

Ecco tutte le dichiarazioni del dopo gara dei protagonisti giallorossi della sconfitta contro la Juventus per 3-0:

Garcia a Roma Channel

Errori sui gol?
Per sfortuna Miralem era uscito dal campo per due minuti, quando è rientrato siamo mancati di aggressività sul primo gol loro. Poi gli altri due sono venuti da palla ferma: hanno calciatori di grande altezza e livello, su questo dobbiamo lavorare. Ho visto però una Roma che ha preso il gioco in mano, questo mi è piaciuto. Loro hanno avuto un’efficacia terribile.

Juventus che ha cambiato atteggiamento contro la Roma. Grande rispetto per il vostro lavoro.
Si. Non so se Conte aveva deciso di attendere la Roma. Hanno vinto, sono forti. Per conto nostro, perdere così non è una vergogna, dopo 18 giornate. Sono meno contento di aver perso due giocatori: 11 contro 11 c’era la possibilità di fare qualcosa. In 9 era impossibile.

Cosa non le è piaciuto?
L’atteggiamento sui calci piazzati. Il secondo gol, dopo l’intervallo, ha reso tutto più difficile. Dobbiamo guardare al futuro, non solo al campionato dove dobbiamo tornare subito alla vittoria, ma alla Sampdoria giovedì: dobbiamo mettere tutto in campo per guadagnare la qualificazione.

Juventus più esperta?
Sicuro, hanno giocatori pronti. Ma in queste gare di grande livello le palle ferme possono essere decisive. Su quello dobbiamo lavorare sia difensivamente che offensivamente.

Garcia in conferenza stampa

Abbiamo fatto un buon primo tempo, Mira era fuori quando abbiamo preso il gol: un momento un pò delicato, di confusione, in cui siamo mancati un pò di aggressività nel contrastare il portatore di palla. Dobbiamo lavorare anche sui calci piazzati. Il vincitore ha sempre ragione, ma nel primo tempo ho visto una Roma con personalità che ha preso il gioco in mano. Questo servirà per il futuro.

Cambi tattici al ’15.
Abbiamo deciso di pressare alto il primo quarto d’ora e dopo era previsto di arretrare per sfruttare il contropiede. Era tutto previsto, non c’entrava l’infortunio di Miralem. Non era un problema lasciare spazio a Pirlo perchè non ricordo tutti questi pericoli venuti centralmente. Ma hanno vinto loro, hanno ragione loro e punto. Dobbiamo vincere la prossima partita in campionato, e quella contro la Samp di Coppa Italia.

Rimproveri a Ljajic?
Non è un problema di un giocatore, oggi. Quando prendi due gol su calci piazzati è difficile vincere la gara sul campo della capolista. Questo è stato il problema. E l’altro è stato quello di finire la gara in nove: 11 contro 11 abbiamo visto che abbiamo avuto le possibilità per fare una grande partita.

Roma a -8.
Non abbiamo detto mai di giocare per lo Scudetto: vogliamo tornare in Europa e abbiamo perso dopo 18 partite per la prima volta. Rimangono altri 60 punti, possono succedere molte cose. 8 punti sono un bel vantaggio ma il campionato non è concluso.

Occhi della tigre e occhi da cerbiatto, ma la Roma ha finito in 9.
E’ sempre meglio avere 11 tigri, 11 lupi. Non ho ancora visto bene gli episodi, dobbiamo giocare con la mente fredda. E’ più facile giocare 11 contro 11.

Garcia a Sky

E’ stato il modo peggiore di perdere l’imbattibilità?
Non lo so, ma finire la gara in 9 non è bello. Sul 2 a 0 potevamo tornare nella gara ma abbiamo avuto la sfortuna di prendere i primi 2 gol in momenti brutti.

Lascia un segno importante?
No, dobbiamo pensare alla partita di Coppa con la Samp e poi pensare alla partita in casa. Dobbiamo tornare a vincere il piu presto possibile

Si sentira ancora parlare di Scudetto?
Quante partite rimangono? Ci sono 60 punti ancora, non è chiuso il campinato. Il nostro obiettivo è tornare in Europa e siamo secondi

Totti non era in serata. La squadra ne ha risentito?
Non dimenticate che eravamo sul campo della capolista che in casa ha sempre la palla. Abbiamo avuto il controllo della gara. Noi alla prima occasione non abbiamo segnato, loro sì. Il secondo gol fa male, loro hanno fatto bene sui calci piazzati noi dobbiamo ancora lavorare

Pochi spazi per i vostri giocatori?
Per me è un problema di efficacia, Buffon ha fatto un buon primo tempo. Anche loro non hanno avuto occasioni, hanno fatto due tiri e due gol. Così è il calcio, nel futuro dovremmo essere in grado di vincere anche queste partite

Con un’altra prestazione di Castan e Benatia poteva finire 0-0?
Loro hanno una coppia molto forte, non ho nessun dubbio sul fatto che abbiamo giocato la partita giusta soprattutto nel primo tempo. Bisogna avere anche fortuna

Aveva detto di conoscere i loro punti deboli. Ma perche non li avete smascherati? Riproporrebbe la stessa formazione?
Si, ogni gara è differente. Questa sera profilo basso e lavorare ancora di piu. Ci sono ancora 20 partite, ci sarà anche Roma-Juve, non c’è niente di finito questa sera

Teme il contraccolpo psicologico?
Non penso ma vedremo. Non abbiamo la risposta adesso. Mi fido totalmente dei miei giocatori, dobbiamo andare avanti. La rabbia va messa in campo giovedi e domenica all’Olimpico per tornare alla vittoria

Gli arbitri?
Non so se l’espulsione di Daniele è severa o no, non tocca ne la palla ne il giocatore. Ma non ho visto e preferisco non parlare. E’ difficile terminare in 9 contro la prima, quando Daniele è uscito eravamo gia 2 a 0.

Garcia a Mediaset

Sulla gara
La Juve ha fatto quello che poteva nel primo tempo, ma la sfortuna nostra è stata quella di aver preso un gol quando avevamo il gioco in mano. All’inizio del secondo tempo poi… quel gol ha fatto più male del primo

Ha chiesto di non fare il recupero, è stata una polemica?
No, nessuna polemica da fare in questa gara

8 punti sono fondamentali…
Ci sono 20 gare, 60 punti da dare: la strada è lunga, molto lunga, non è chiuso il campionato. Non è la nostra preoccupazione, ora dobbiamo vincere in Coppa italia. E abbiamo degli squalificati: domenica abbiamo la Samp e dopo una sconfitta è importante tornare a vincere

Sui piazzati
Quando c’è una grande gara, con grandi squadre, succede che una palla ferma fa la differenza, come nel secondo gol

Cosa non le è piaciuto, a parte il risultato
Il fatto di terminare la gara in 9: per noi vuol dire che domenica qualcuno non potrà giocare. Possiamo perdere, ma dobbiamo rimanere 11 vs 11, possiamo fare delle belle cose, una bella gara. La Juve ha avuto solo questa occasione con Vidal e l’ha finalizzata…

Questa partita cosa le lascia?
Niente. Non è una vergogna perdere qui a Torino, dopo i risultati utili. Una squadra così forte non aspetta, ogni gara è differente e nei momenti chiave abbiamo avuto sfortuna: hanno quasi il 100% di efficacia

La strada sembra giusta…
Anche io lo penso

Ma ci sono dei dubbi: la Roma riuscità a essere sempre efficace nei 90′? E gli attaccanti li ho visti ingabbiati, merito della Juventus o dello stato di forma dei giallorossi?
E’ vero che non abbiamo avuto molti spazi. All’inizio della gara abbiamo fatto un contropiede che, se avessimo segnato, sarebbe stata tutt’altra gara. Penso che queste gare di alto livello possono essere decise sui calci piazzati…

Garcia a Raisport

L’anno nuovo non si è aperto benissimo per la Roma. Una buona partenza con Ljajic che la poteva sbloccare ma poi più Juventus e meno Roma
Questo è il problema, l’efficacia era dalla loro parte. Hanno segnato un gol in una sola occasione da gol nel primo tempo nonostante io abbia visto che la Roma abbia giocato con personalità. Hanno giocato da due calci piazzati ma noi dobbiamo lavorare anche su questo punto. In gare di questo livello le partite possono essere decidere anche da questi episodi di palle inattive

Ora avete un ritardo forte, potete ancora crederci allo scudetto o vi dovete guardare dal Napoli?
La Roma deve fare la sua strada e la sua strada sarà vincere contro il Genoa in campionato e pensare alla Coppa Italia contro la Sampdoria. Vogliamo tornare tutti quanti alla vittoria. Dobbiamo vincere giovedì e la domenica che arriva. Dispiace questa sera che abbiamo finito in 11 contro 9, da quel momento con due uomini in meno non ci sta più partita

Mi sarebbe piaciuto fare di più una domanda al vincitore che allo sconfitto di un big match, però a mazzarri riuscii a far dire che voi avevate giocato bene: la Juve è più forte?
Sappiamo tutti che la Juve è costruita per vincere Scudetto e giocare in Champions. Siamo venuti qui allo Juventus Stadium sapendo che non sarebbe stato facile, ma dopo che ho visto come ho giocato bene nel primo tempo posso dire solo che loro sono stati efficaci e noi no. Che la Juve sia stata forte è evidente e chi ha vinto ha sempre ragione. La juve ha vinto.

Questa Roma non è stata troppo spavalda a Torino? Non ha voluto strafare senza accontentarsi del pareggio?
Non penso, noi abbiamo un gioco ed è meglio giocarlo per avere più chance possibili di vincere le partite. Non lo abbiamo cambiato. La sfortuna è che Pjanic si è fatto male e quando è rientrato hanno subito segnato il gol. Il secondo tempo è stato sfortunato, avendo subito il gol all’inizio della ripresa, poi recuperare senza De Rossi e Castan sarebbe stato più difficile, considerando che era già difficile 11 contro 11. La juve ha ragione perchè ha vinto, ma ho visto una Roma con grande personalità e questo per il futuro sarà importante

Fino ad ora parole al miele da parte sua, solo Fair Play? Inoltre, la Juve ha reso la Roma molto normale?
Ciascuno ha il suo pensiero. La gara è diventata un incubo dopo il secondo gol e il rosso a Daniele. Non serve di rifare la gara però se avessimo segnato prima noi, come avremmo meritato, sarebbe stato tutto diverso. Loro hanno l’obiettivo di vincere scudetto e champions, quindi per me non è una vergogna perdere la prima gara su 18 contro la Juventus in trasferta

Sabatini a Sky

 

Frustrazione?
Abbiamo fatto una partita diversa dalle altre volte. Nel primo tempo abbiamo giocato con grande personalità. Poi abbiamo subito gol e non siamo stati attenti. La squadra è stata in campo come doveva. Rammarico e frustazione c’è ma dobbiamo andare avanti

Il mercato?
Faremo quello che dovremo fare rispetto alle contingenze che penserà il mister e i giocatori

Juve migliore squadra del campionato?
La squadra oggi ha dato segnali importanti, avevamo la presunzione di poter giocarcela.

Tigri in campo?
In campo sono andati solo guerrieri. E’ la prima sconfitta del campinato, qualche errore lo abbiamo fatto ma dobbiamo ripartire

Nel momento decisivo Juve piu matura?
Forse si, ma Pjanic era uscito poi rientrato, c’era un po di confusione. Questa squadra ha le qualità per ripartire

Sabatini a Mediaset

Una bella Roma, poi disunita
Venire a Torino e facendo calcio cercando di colpire la Juve è certamente segno di un buon primo tempo. Un gol strano, il primo: c’era confusione in campo, dopo l’uscita di Pjanic. Non possiamo rammaricarci oltremisura, dobbiamo ripartire

La prima sconfitta, com e reagirete?
La sconfitta è contemplata. Non perdevamo da maggio, ma non è detto ci faccia male: mi dispiace aver perso qui, mi dispiace aver perso di più gol, anche se il campo ha detto qualcosa di diverso

Ora il mercato. Cosa cambia ora?
Nessun condizionamento sul mercato, in sintonia con il mister: devo ascoltare l’umore di qualche giocatore che vuole più spazio. Non diamo via nessuno, non prendiamo nessuno. Non dipende da noi: siamo contenti di tutti i nostri calciatori

Sulle dichiarazioni pregara
L’unico con la tensione ero io, i ragazzi erano determinati. Ci siamo presentati bene a questa partita, ma siamo distratti in certe situazioni

Cosa non ha funzionato?
Ci interessava lo spirito con cui affrontare la gara. Sono soddisfatto, soprattutto per il primo tempo. Serviva più malizia in certe situazioni, qualche errore lo si è commesso

Ora come si riparte
Abbiamo risorse e qualità per ripartire, lo faremo

Troppa pressione su questa gara?
Ma no, qualcosa di ironico da parte di Totti. La Juve è la Juve, la Roma è la Roma, ognuno con le sue caratteristiche

Una Roma che può essere grande
Ma lo deve dimostrare. Oggi lo abbiamo dimostrato, ma ora ci dobbiamo abituare al fatto di aver perso una partita

Sabatini a Raisport

3 gol al passivo, 2 espulsi, -8 in classifica, troppe buone notizie?
No solo una, la sconfitta, ma siamo pronti a ripartire. Non ci condanna, ma ci addolora per i nostri tifosi. Nel primo tempo abbiamo messo in campo tanta personalità però dobbiamo ripartire da qui e abbiamo la forza per farlo, non è una chimera. La squadra è forte e l’ha dimostrato anche stasera

Una partita che la Roma ha cominciato bene ma poi la Juve ha avuto la meglio. C’è ancora speranza per lo scudetto?
Non credo che il campionato sia finito, certo che la Juve potrebbe pensarlo in virtù della qualità che ha. Siamo pronti a ricominciare, abbiamo perso la partita, ma abbiamo giocato largamente bene nel primo tempo, dovremo ripartire da lì. Pjanic è uscito e poi è rientrato e ci è stata un po’ di confusione.

Il mercato dipende da questo risultato?
No è indipendente, sono nate occasioni da palle inattive. Il primo da un fallo laterale, il secondo da un calcio di punizione laterale e il terzo non lo voglio commentare. Dobbiamo considerare lo spirito con cui abbiamo giocato

Non teme reazioni nell’ambiente romano dopo questa sconfitta?
Ho visto le bandiere alte dopo la sconfitta, non si sono fatti deludere dal risultato altrimenti avrebbero abbassato lo sguardo, lo interpreto come una forte coesione tra noi e l’ambiente.

De Sanctis a Sky

La Juve è la squadra migliore. Come esce la Roma?
Nel primo tempo ottima partita, nell’unica situazione pericolosa abbiamo subito gol. Nel secondo tempo abbiamo fatto confusione non essendo lucidi sulle palle inattive. Insieme alle due espulsione questo ha maturato un risultato esagerato

La difesa era stata impeccabile per il campionato. Oggi che è successo?
C’è stata una disattenzione, abbiamo perso la marcatura e Bonucci è stato bravo

In quell’episodio è bravo Bonucci
Per me la situazione è chiara, bel movimento di Bonucci ma detto questo non si tratta di dare le colpe. Magari in questa partita è successo che potevo metterci una pezza anche nella prima magari. E’ un peccato, gran rammarico

Cosa ha la Juve più di noi?
Considerando il primo tempo ti direi solo 8 punti. Per quello che ha determinato il risultato ribadisco: è il sistema italiano che la rende piu forte. La Roma nel primo tempo ha dimostrato di poter giocarsi la partita, poi puoi anche perdere, con delle proporzioni troppo ampie. Questo non vuole essere negativo. Per esempio: la Juve è l’unica squadra che ha uno stadio, questo è il sistema e magari è anche per bravura della società. Io non farei neanche un certo tipo di discorsi dove se qualcuno contesta la Juve dice qualcosa da bar. Se potesse parlare solo chi vince non potrebbe parlare nessuno

De Sanctis alla radio

 

De Sanctis a Roma Channel

Una tua disamina sulla sfida…
La Juventus è stata più cinica nello sfruttare le occasioni. Abbiamo giocato bene nel primo tempo, anche per una scelta tattica loro. Non siamo stati bravi a concretizzare, loro si. Nel secondo tempo una distrazione rende tutto complicato, mettici anche le espulsioni ed il risultato non poteva che essere engativo. Ci tenevamo tanto a questa partita, però la differenza di classifica non c’è. Il cammino è lungo, sappiamo tutti che mancano 20 partite ma c’è da lavorare e possiamo ripartire forte.

Non bisogna farsi ingannare da questa partita?
No, sappiamo che lavoro stiamo facendo. E’ uan sconfitta che potrebbe portare dispiacere, ma sta a noi giocatori rimettere tutto apposto. La prestazione è stata fatta bene e dopo bisogna tornare a fare risultati.