AS ROMA 44 punti, difesa bunker e cooperativa del gol, è una Roma da record

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:36

Benatia
Benatia
Quarantaquattro. Oppure, se vogliamo leggere la cifra con i numeri e avere subito un’idea più chiara, 44. Non è soltanto la maglia scelta da Radja Nainggolan, nuovo acquisto di gennaio, ma anche il punteggio ottenuto dalla Roma nel girone di andata del campionato 2013-2014. Un record vero e proprio.

Mai in precedenza la formazione giallorossa aveva fatto così bene nel campionato a 20 squadre. Il top – fino a domenica scorsa – lo aveva raggiunto Spalletti nel 2006-2007 e 2007-2008 arrivando a quota 42. Con la vittoria contro il Genoa – un 4-0 senza se e senza ma – questa Roma ha già fatto meglio di tutti, pure dell’era “spallettiana”.

La media è di 2,31 punti a partita, un rendimento altissimo tradotto in 13 vittorie, 5 pareggi e 1 sconfitta. Al giro di boa, comunque, non c’è soltanto questo primato da registrare.

La difesa, ad esempio, è la migliore con 10 gol subiti e 53 tiri subiti nello specchio dagli avversari. Morgan De Sanctis ha tenuto la propria porta per dodici volte, più di ogni altro portiere italiano. Allargando gli orizzonti, facendo un confronto con gli altri tornei europei più competitivi – Premier League, Liga, Bundesliga e Ligue1 – la retroguardia di Garcia è la terza meno battuta del continente. La prima è il Bayern Monaco con 8 reti subite in 16 incontri disputati. La seconda è quella del Lille: 10 gol come la Roma, ma in 20 match. La media dei tedeschi e dei francesi è la stessa: 0.50 gol incassati a partita, mentre quella romanista è 0.52. Inoltre, Mehdi Benatia è il difensore più prolifico d’Europa: 5 gol fatti come Seamus Coleman dell’Everton. Il marocchino, peraltro, insieme a Florenzi è il miglior marcatore della rosa.

Le buone notizie arrivano pure dall’attacco: non tanto per i 39 gol segnati (meno dei 44 della Juventus e dei 41 del Napoli), che pure indicano la non trascurabile media di 2.05 a partita, ma per come sono distribuiti: sono 13 i calciatori andati a segno. Questo l’elenco completo: Balzaretti, Benatia, Borriello, Bradley, De Rossi, Destro, Florenzi, Gervinho, Ljajic, Maicon, Pjanic, Strootman, Totti. Non ci sono bomber in doppia cifra, ma nessun’altra squadra in Italia ha fatto esultare tanti giocatori.

Ah, 10 vittorie consecutive dalla prima alla decima giornata non le ha fatte mai nessuno nella storia della Serie A. Solo la Roma quest’anno ci è riuscita.

Fonte: asroma.it