AS ROMA Conferenza stampa Garcia: “Totti al mondiale? E’ un bene per tutti. Stadio nuovo? Spero di entrarci da allenatore della Roma” (FOTO e VIDEO)

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:12

Rudi GarciaGiorno di conferenza quello di oggi per Rudi Garcia in vista del match di domani sera al Bentegodi di Verona contro il Chievo. Il mister francese è accompagnato da un’interprete per la lingua dei segni:

Secondo posto. L’eliminazione del Napoli dall’Europa League è positivo o negativo per lei?

C’è sempre un lato positivo ed uno negativo. Se succede alla mia squadra, la cosa negativa è perdere ed essere eliminato. E’ negativo perdere in casa e non passare il turno. Il caso positivo è che ci saranno meno partite. Dirò questo ai miei giocatori se accadrà alla mia squadra.

Totti al mondiale. Le farebbe piacere oppure lo vorrebbe preservare per la prossima stagione?

La risposta è semplice. Mi piacerebbe per Totti che andasse in Brasile. Sarebbe una cosa bella per lui e per la Roma. Adesso conta solo che stia bene sul piano fisico. Poi Prandelli farà le sue scelte

Come si può collocare Ljajic?

Per me non c’è un caso. Tutti i giocatori sono importanti. Ha dimostrato di essere decisivo. Ci sono delle scelte da fare davanti, ma per il momento quello che conta è che ognuno si senta importante. Non è una frase di facciata. Sono convinto che ognuno è importante.Nelle prossime due settimane abbiamo 5 gare. Avremo bisogno di tutti

Garcia in conferenza stampa
Garcia in conferenza stampa

Gervinho sempre titolare può penalizzare qualcun altro, come Ljajic?

Quello che conta sono i risulatati. Vedere se un giocatore è decisivo. Per un attaccante conta segnare fare assist o creare azioni. Se ho la fortuna di avere uno o due giocatori dello stesso profilo, che può saltare un uomo, posso fare delle scelte. Quando ho un giocatore solo con questo profilo si va avanti con lui. Bisogna anche fare attenzione della condizione fisica, che si valuta giorno per giorno. Adesso penso solo alla gara del Chievo, poi penseremo al Torino.

La gestione di Totti?

Il capitano è tornato in grande condizione fisica. Dopo vedremo con lui le cose, non è una novità se dico che non può giocare 5 partite in due settimane. E’ facile comprendere questo. Ora pensiamo al Chievo e poi valuteremo

Stadio nuovo?

Io sono uno che ha la valigia sempre pronta. Sto benissimo qui, ma nel calcio non si sa mai. L’esperienza a Lille è stata di entrare nel nuovo stadio come allenatore del Lille. Spero di entrare da allenatore nel nuovo stadio della Roma

Florenzi?

Può giocare anche a centrocampo se c’è bisogno. Nell’ultima gara per lui era meglio entrare a partita in corso. Senza De Rossi dobbiamo trovare soluzioni. Anche Luca Mazzitelli è pronto per giocare ed aiutarci.

Balotelli è un giocatore da Roma?

Non è il momento di parlare di mercato estivo. Ci sono ancora 11 gare da giocare. Voglio che all’interno della squadra stiano concentrati. Non sento il bisogno di parlare di acquisti o cessioni. Per il momento non ne vedo l’utilità. Ci sono tanti buoni giocatori fuori , ma anche dentro la Roma.

Con il rientro di Dodò, Romagnoli tornerà ad essere considerato solo un centrale?

Quello che conta è quello che pensiamo su Alessio: è un centrale, ma è anche un giocatore polivalente, intelligente. Ha una maturità importante per la sua età. E’ entrato in questa squadra in mondo sereno, deve ancora imparare delle cose. Quando gioca lui terzino siamo più forti in fase difensiva, ma siamo meno forti in attacco. E’ anche bravo di testa.

Totti e Destro insieme stanno dimostrando il gusto equilibrio. Continueranno a giocare insieme?

Hanno funzionato bene nell’ultima partita. Poi vedrò di volta in volta in base all’avversario. Sappiamo che quando stanno in campo abbiamo due giocatori che sanno segnare, in più con Francesco gioca bene tutta la squadra. Se partono insieme, in panchina poi non abbiamo nessuno che entri come punta centrale e risolvere la partita nel finale. Anche nel mio caso è da riflettere questa cosa.