CHIEVO-ROMA Taddei: “Il mio segreto? Solo lavoro duro, concentrazione e sacrificio per la squadra” (AUDIO)

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:51
De Sanctis Taddei
De Sanctis Taddei

Il centrocampista della Roma Rodrigo Taddei ha parlato al termine della gara vinta per 2-0 dai giallorossi sul campo del Chievo. Queste le parole del brasiliano:

In attesa della partita del Napoli che segnale avete dato per il secondo posto?

“Un segnale importante, abbiamo giocato bene, in velocità e fatto un’ottima partita. Abbiamo vinto e questo è importante per noi”.

Tanti ruoli per te, oggi regista. Come ti sei adattato in questa nuova posizione?

“Da inizio della stagione il mister mi ha messo lì, cerco sempre di farmi trovare pronto e questo è importante per me e per la squadra. Dobbiamo dare sempre il massimo”.

Il tuo segreto?

“Cerco sempre di rubare con gli occhi dai compagni più esperti nella posizione come De Rossi. Poi correre è un’attitudine, una caratteristica che ho e metto solo in campo la mia voglia e le mie capacità”.

Il contratto tuo è in scadenza però…

“Non penso al contratto, ci penserà il mio procuratore. Non voglio essere un peso per la società, per il gruppo. Voglio rimanere se la società, l’allenatore e il gruppo vorranno. In questo caso sarò il giocatore più felice del mondo”.

Fonte: Sky Sport

Una gara importante, vinta nel primo tempo.

“Sicuramente, l’importante è vincere in un campo difficile. Era necessario fare una buona partita per vincere, nel secondo tempo siamo rimasti un po’ indietro come è normale che sia. Siamo consapevoli della nostra forza”.

Due assist oggi, dove riesci ad avere più stimoli?

“Il mister ci sta passando la sua esperienza, noi lo stiamo seguendo e lo stiamo seguendo alla grande. Ogni volta andiamo a Trigoria con la voglia di vedere cose nuove”.

Anche da regista stai giocando molto bene.

“E’ andata bene, è un ruolo che in carriera non ho mai fatto ma da inizio anno il mister mi ha chiesto di migliorare in questa posizione. Ho fatto tanti allenamenti lì e cerco di migliorare. Giocare con Medhi e con Castan è facile, parlano ogni minuto”.

Fonte: Mediaset Premium

Hai detto di amare questa maglia e di rinnovare solo se sentirai la fiducia di allenatore e società.

“I tifosi non sono stupidi, sanno che ciò che ho detto è la pura verità. Spero non sia un peso che Taddei rimanga, non voglio essere un peso per la società e per il gruppo. Voglio rimanere con la predisposizione di tutti”.

Una Roma cinica oggi?

“E’ stata una partita fatta ad alta intensità nel primo tempo. Nel secondo abbiamo saputo gestire bene, essendo consapevoli che avremo una gara tra due giorni. Una gara molto intelligente, siamo stati concentrati 90 minuti e questo è l’importante”.

Ti trovi meglio da regista piuttosto che da esterno?

“Mi trovo bene, mi sono allenato lì ad inizio anno e il mister me l’aveva detto. Mi è dispiaciuto per l’infortunio di Kevin e la situazione di De Rossi. Mi faccio trovare sempre pronto, concentrato e giocando con Castan e Mehdi è facile: ti istruiscono e ti parlano tantissimo. Per il resto, ci metto del mio”.

Lo scudetto è andato. Cosa manca alla Roma per ompetere?

“Dobbiamo finire la stagione alla grande, abbiamo dietro il Napoli. Poi per l’inizio dell’anno prossimo si vedrà quello che il mister ha esigenza di fare. Siamo consapevoli tutti che fino a quando non c’è la matematica a condannarci la squadra sarà lì”.

Tanti complimenti dai tifosi

“Sono contento dei complimenti. Per me è un onore indossare questa maglia”.

Fonte: Roma Channel