PREMIER LEAGUE Chelsea e Swansea a punteggio pieno. Cade il City, Liverpool travolgente

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:23
Premier League
Premier League

Gol, spettacolo e spettatori popolano stabilmente il campionato d’Oltremanica anche nella terza giornata. Il week end di Premier League promuove Liverpool e Chelsea protagoniste di spettacolari prestazioni ed incorona lo Swansea in vetta proprio assieme ai Blues, in seguito alla terza vittoria consecutiva. Rimandate Arsenal e City, quest’ultimo creditore verso la sorte poiché nonostante un dominio assoluto nella gara con lo Stoke – culminato con un 73% di possesso palla – é uscito sconfitto di misura. Bocciato il Tottenham di Pochettino, travolto dai Reds ed apparso molto indietro per quanto riguarda i meccanismi difensivi e l’introiezione dell’idea di calcio del neo tecnico Pochettino. Ancora senza vittorie il Manchester United che dovrà rivolgersi al mercato per colmare le proprie lacune a quando il tempo si fa sempre più stringente. STRARIPANTE CHELSEA – Vittoria di prepotenza del Chelsea di José Mourinho che si impone per 6-3 a Goodison Park contro l’Everton, superando agevolmente un ostacolo insidioso nella corsa al titolo. I Toffees infatti in casa esprimono il massimo delle proprie potenzialità mietendo scalpi importanti a conferma della bontà del collettivo a disposizione di Roberto Martinez. Dunque tre punti pesanti nell’economia del torneo, arrivati grazie alla doppietta di Diego Costa, terminale offensivo ideale per concretizzare la mole di gioco prodotta dai Blues, che apre e chiude le danze andando a segno al 1′ e 90′. Al raddoppio di Ivanovic replica Mirallas e nella ripresa il risultato assume la sua forma definitiva, arricchendosi dell’autogol di Coleman “pro domo” Chelsea e dei centri di Matic e Ramires, controbilanciati da quelli di Naismith e dell’ex Eto’o con l’unica funzione di rimettere temporaneamente in discussione la contesa. Blues primi in classifica ex equo con il sorprendente Swansea tornato a regalarsi i fasti di due stagioni fa, quando con l’arte del fraseggio si garantiva attestati di stima ed onorificenze come la conquista della Coppa di Lega. Gli Swans assoggettano il West Bromwich vincendo 3-0 fra le mura amiche. Le due ali Dyer( doppietta) e Routledge decidono una sfida mai in discussione nel corso dei 90 di gioco. Per lo Swansea storiche vertigini d’alta quota con l’obiettivo di ritagliarsi un posto in una competizione Europa, plausibilmente quella del giovedì.

Everton 3-6 Chelsea Highlight 30/08/2014 di dm_5234954ae7f39

TRIS REDS IN TRASFERTA – Il Liverpool non solo raccoglie il consenso della critica ma si porta a casa i tre punti espugnando il campo del Tottenham con un secco 3-0. I Reds riscattano la debacle troppo punitiva con il City della scorsa settimana, banchettando a White Hart Lane e lanciando l’assalto al vertice della graduatoria, ancora scottati dal titolo sfumato in extremis lo scorso anno. Il debutto di Balotelli non lascia il segno, appena 55 minuti per l’ex Milan, mentre gli ingranaggi costruiti dal tecnico gallese rimangono inalterati nella loro continua produzione di gioco al di là degli interpreti che si alternano sulla scena. La rete di Sterling nella prima frazione su un pallone radente di Henderson solo da spingere in porta, spezza un equilibrio che viene progressivamente meno: nella ripresa dopo appena due minuti Gerrard trasforma il rigore del 2-0 ed 11 minuti dopo la transizione di Moreno certifica lo strapotere fisico dei Reds. Il terzino proveniente dal Siviglia toglie il pallone ad un appesantito Townsend, entrato da pochi istanti, e si avventura in un coast to coast solitario, concluso con un potente diagonale rasoterra indirizzato sul palo opposto, imparabile per Lloris. É la pietra tombale su una gara che lascia al Tottenham solo un lento ed inefficace possesso della sfera.

Liverpool vence Tottenham por 3 a 0 fora de casa di LANCETV

WEIMANN PROTAGONISTA – Un gol di Austin concede al Qpr di superare il Sunderland aggiudicandosi i primi tre punti del proprio campionato. Il calciatore emenda così la colpa del rigore divorato nella gara d’esordio costato ai suoi una sconfitta. Per i Black Cats si tratta della prima sconfitta dopo due pareggi. Non va oltre lo 0-0 il Manchester United di Van Gaal cristallizzato sul campo del Burnley. I Red Devils sono ancora alla ricerca della prima vittoria e costituiscono un cantiere aperto: gli ultimi giorni di mercato si preannunciano caldi sia in entrata che in uscita per assicurare al tecnico olandese gli elementi idonei a delineare la corretta fisionomia degli schemi di gioco. Un sontuoso Weimann si erge a figura di riferimento del match fra Aston Villa ed Hull City: l’ala austriaca prima confeziona l’assist per mandare in rete il compagno di reparto Agbonlahor e poi si concede il riconoscimento personale timbrando il raddoppio. La rete di Jelavic al 74′ regala soltanto un finale convulso che non rimette sui binari i Tigers condannati alla sconfitta

Queens Park Rangers 1 – 0 Sunderland | 30.08.2014 di mmoied14

PARI PIROTECNICO A NEWCASTLE – Pioggia di gol al Saint James Park, didascalia dell’incontro fra il Newcastle, ancora a secco di vittorie, ed il Crystal Palace orfano dell’eroe salvifico Tony Pulis, rimpiazzato al timone da Warnock. La sequenza alternata delle segnature offre un margine di incertezza e spettacolarità notevole, condensato in un misero punticino per ambo le compagini: apre al primo minuto Gayle per il Palace a cui risponde al 38′ Janmaat per i padroni di casa. Nella seconda frazione un gran gol di Puncheon rimanda avanti gli ospiti, riacciuffati dal centro del classe ’95 Aarons. All’88’ il gol di Williamson in mischia sembra assegnare la vittoria ai Magpies, che però vengono incredibilmente raggiunti al crepuscolo da Zaha, in prestito dallo United, in gol ben oltre il 90′ per la grande amarezza di Pardew e dei vocianti tifosi bianconeri accorsi a gremire gli spalti di uno dei più caratteristici stadi inglesi INCIAMPA IL CITY – Sorprendente verdetto all’Etihad Stadium, teatro delle esibizioni del Manchester City, uscito sconfitto di misura al termine di una gara condotta per larghi tratti. Lo Stoke City si impone per 1-0 legittimando la scelta del suo tecnico di scendere in campo con uno schieramento volitivo e denso di elementi offensivi. Ma la gara racconta di un Manchester City imperversante al quale un po’ di sfortuna ed un Begovic in giornata di grazia negano il vantaggio. L’azione personale di Diouf – partito dalla sua metà campo in ribaltamento di fronte – solleva qualche perplessità sulla tenuta difensiva dei Citizens. Tralasciando Kompany, ridicolizzato in velocità dall’ala in forza ai Potters, ha fatto levare più di qualche sopracciglio il gol incassato da Hart, trafitto fra le gambe da un rasoterra centrale che espone il numero uno inglese ad una figura non proprio edificante, palesando scarsissima reattività nell’occasione. Al termine della gara la statistica conferma un predominio territoriale degli Skyblues tanto schiacciante quanto vano a causa della mancata concretezza negli istanti finali.

Manchester City 0-1 Stoke City Highlight 30/08… di dm_5234954ae7f39

ARSENAL A RILENTO – Di poco meglio l’Arsenal che ha registrato diversi passi indietro rispetto alla sfida vinta in Community Shield. A colpire è la declinata condizione fisica dei Gunners che escono con un punto dal campo di un buon Leicester, ancora incapace di firmare il primo successo ma in grado di bloccare sul pari Everton ed Arsenal. Il gol di Alexis Sanchez viene stemperato dal centro del neoacquisto dei Foxes, Ulloa che riscatta un punto importante per i suoi, contro una rivale assai più quotata. L’assenza di Giroud, centravanti di buona tecnica e soprattutto peso che usa il fisico per scardinare le difese avversarie, priva la squadra di Wenger di un elemento in grado di aprire spazi per i compagni e dare maggior concretezza alla manovra. Sanogo non convince del tutto, chissà che il manager francese non decida di ricorrere al mercato per sostanziarsi di un nuovo grimaldello offensivo, approfittando delle ultime ore di mercato.

Leicester City 1-1 Arsenal Highlight 31/08/2014 di dm_5234954ae7f39

  A cura di Danilo Sancamillo Twitter: @DSancamillo PREMIER LEAGUE – Risultati 3/a giornata Sabato Burnley-Manchester United 0-0 Manchester City-Stoke City 0-1 (58′ Diuof) Newcastle-Crystal Palace 3-3 (1′ Gayle (C), 37′ Janmaat (N), 48′ Puncheon (C), 74′ Aarons (N), 88′ Williamson (N), 90′+5 Zaha (N)) QPR-Sunderland 1-0 (45′+2 Austin) Swansea-WBA 3-0 (2′ e 71′ Dyer, 24′ Routledge) West Ham-Sotuhampton 1-3 (27′ Noble (W), 45′ e 68′ Schneiderlin (S), 83′ Pellè (S)) Everton-Chelsea 3-6 (1′ e 90′ Diego Costa (C), 3′ Ivanovic (C), 45′ Mirallas (E), 66′ aut. Coleman (C), 69′ Naismith (E), 74′ Matic (C), 76′ Eto’o (E), 77′ Ramires (C)) Domenica Aston Villa-Hull City 2-1 (14′ Agbonlahor (A), 36′ Weimann (A), 74′ Jelavic (H)) Tottenham-Liverpool 0-3 (8′ Sterling, 49′ rig. Gerrard, 60′ Alberto Moreno) Leicester City-Arsenal 1-1 (20′ Sanchez (A), 22′ Ulloa (L)) Chelsea, Swansea City 9; Aston Villa 7;Man City 6; Liverpool 6; Tottenham 6; Arsenal 5; Southampton 4; Hull City 4; Stoke City; West Ham United QPR 3 Sunderland 2 Man United 2; Leicester City 2; Newcastle Utd 2; Everton 2; West Bromwich Crystal Palace B