PRIMAVERA Domani Roma-Avellino. Prove di fuga per i giallorossi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:00
La formazione della Primavera giallorossa
La formazione della Primavera giallorossa

La Roma di Alberto De Rossi è pronta ad ospitare l’Avellino, nel match valevole per la quarta giornata del Campionato Primavera TIM – Trofeo “Giacinto Facchetti”. Domani al campo “Di Bartolomei” di Trigoria i giallorossi a punteggio pieno dopo tre giornate insieme al Bari, tenteranno la fuga in cima alla classifica, contro un avversario piuttosto abbordabile. Almeno sulla carta. La squadra campana, infatti, è terzultima in campionato con tre punti in tre gare, frutto dell’unica vittoria fin qui collezionata, nella prima giornata contro l’Empoli (1-0). Nelle due giornate successive l’Avellino si è dovuto arrendere contro Vicenza e Frosinone sempre per 0-1. Il molare della Roma dopotutto è alle stelle dopo le tre giornate vinte in campionato contro Catania, Palermo e Livorno (arricchite da 9 gol fatti e zero subiti), quattro contando quella in Youth League contro il Cska Mosca (3-1). Proprio la Youth League, però, potrebbe rappresentare una distrazione per la rosa capitolina, che sarà impegnata martedì 30 settembre nell’ostica trasferta inglese di Manchester contro il City. Per questo motivo, Alberto De Rossi potrebbe far rifiatare alcuni suoi uomini, contando sulla certezza di Somma, Sammartino e Ferri, non convocabili per la sfida europea perché del ’95 (possono essere utilizzati solo giocatori under ’96). Contro l’Avellino spazio anche a uno tra Vestenicky, Soleri o Taviani, in ballottaggio per il posto da centravanti, posto che verrà occupato da Sanabria contro il City.

Appuntamento alle ore 15.30 al campo “Di Bartolomei” di Trigoria per Roma-Avellino.

PROBABILE FORMAZIONE

ROMA (4-3-3) Marchegiani; Somma, Marchizza, Capradossi, Sammartino; Pellegrini (c), Ricozzi, Adamo; Ferri, Verde, Vestenicky. A disp.: Pop Ionut, De Santis E., Calabresi, Anočić, Paolelli, Belvisi, Ndoj, D’Urso, De Santis N., Di Mariano, Soleri, Calì. All.: De Rossi.

Leonardo Esposito (Twitter @Lnrd_Spst)